30 settembre 2005

Ci sono delle giornate che escono storte e poi basta poco, la giusta nota, la giusta canzone per riequilibrare il tuo mondo. Per mettere a posto tutto e renderti un pò meno triste del solito. Il mio dolce sollievo si chiama Sigur Ros Takk. Un disco assolutamente splendido di una poesia impalpabile come mai dopo The Drop di Peter Gabriel mi era mai capitato di sentire dentro.


Per chi mai se lo chiederà, ebbene si: sono un tipo che ascolta la musica con lo stomaco, con l'emotività. Poi in alcuni casi riesco anche a farci un ragionamento sopra, a capire razionalmente qual'è il meglio. Ma se per prima non colpisce la mia essenza, il mio cuore è difficile che qualcosa mi piaccia per davvero. Mi piacerebbe sapere cosa significano i testi del gruppo islandese. La mia canzone preferita di questo disco? Si chiama Mare perduto... Un indizio: inizia per S...


Buona notte Krishel. Fine delle trasmissioni. Click.

1 commento:

EderaStigma ha detto...

ciao krishel mi hai emozionato! entrare nel blog e trovare un tuo scritto.
che paicere!
sono molto contenta che sia visibile anche da altri perche' quello che hai scritto si rivelera' utile come specchio anche a lloro..
ci vediamo anche la allora.
nn so come intedi un angelo custode ma io so che spesso e' quello che non ti impedisce di sbagliare ma sta li a tenerti in piedi quando tu vuoi rialzarti non quando vuole farlo lui :-)
buona giornata