21 ottobre 2005

Forse sono stata fraintesa, mi succede continuamente. Non volevo essere sarcastica quando dicevo: ho scatenato un putiferio. E' il mio solito dannato problema: mi ritengo la persona più comune, più insignificante, di questo pianeta. Mi stupisco, sincero, vero, autentico stupore, quando qualcuno mostra dell'interesse verso di me, verso la mia anima perchè ho sempre ritenuto e lo ritengo ancora ora di non avere nulla da dare emotivamente e razionalmente. Fa parte della mia malattia, del mio speciale talento per denigrarmi, per spalarmi addossso tutta la negatività. Certa gente non ci  crede quando dico che gli insulti non mi toccano: non si avvicinano nemmeno lontanamente a cosa riesco a pensare e a dire di me stessa. E mi dispiace quando ci sono persone accanto che mi vogliono bene e che mi dicono di tutto perchè per loro io invece non sono così terribile. Ho persino conquistato l'amicizia di un gatto e loro sono creature difficili...

2 commenti:

utente anonimo ha detto...

io credo che questo mezzo possa darti l'occasione , se vuoi, per rinnegare questo atteggiamento verso te stessa.
credo pero' Krishel che il mondo possa vederci solo come noi vediamo noi stesse.
D'altra parte cucciola, non hai alternative. Sei tu e resterai tu, malattia o non malattia.
puoi combatterla o puoi perdere contro di essa.
dipende davvero da te..e non ho dubbi su questo.
hai un forza immensa dentro te , ma per ora la usi per distruggerti, se tu volessi potresti usare la stessa forza per costruirti.
non sei debole ne lo sarai, non sei brutta ne lo sarai, non sei sbagliata ne lo sarai.
ma quando ti accrogi che queta forza tu ce la stai gia' mettendo, ma per giocare contro di te allora forse puoi provare ad usarla a tuo favore.
intanto non mollare col blog, perche' ogni tanto ti aiuta a scuoterti un pochino, a vedere di te, rileggendoti, che non sei solo cosi' pessimista ma sai essere brillante e anche ridere di gusto e sai esprimerti bene.
E ricordati questo.
Uso sempre parole mirate a colpire , e questo per aiutare, mai tirate li ad cazzum....ed infatti hanno provocato una reazione e se rileggerai quello che hai scritto ti accorgerai che i gatti non sono cosi' difficili come gli umani.. ed e' il gatto che ha conquistato te e non viceversa e se voleva conquistarti, dato che i gatti sono esseri estremamente intelligenti e non buttano via affetto e tempo per nulla, vuol dire che ne valeva la pena.
:-)
un abbraccio
Edera

frastonata ha detto...

scusa il ritardo ma non ho quasi mai occasione di stare su internet in questo periodo, mi fa piacere che ci sia gente che ascolta la vera musica e soprattutto gente che legga le note e ascolti gli stati d'animo di una canzone. in fondo le emozioni si trasmettono così ed è questo il vero significato dell'arte.