7 ottobre 2005


Questa l'ho rubata da una mail che ho ricevuto da uno dei mille gruppi di discussione su Yahoo a cui sono iscritta. Come diavolo faceva ad avere una mia foto di una vita precedente? Mah boh nun se sa.  A parte gli scherzi ci sono delle giornate in cui ti verrebbe voglia di fare così:



Come il famoso dipinto di Munch. La gente idiota che non sa fare il proprio lavoro, oppure che non fa funzionare il cervello un pò di più di quello che serve, e il classificatore che pensavi fosse scomparso e invece era semplicemente fuori posto, nascosto alla tua vista (e entri in paranoia totale). AAAAAAAAAARGH! Una delle cose che dovevano essere fatte sono state fatte e ci sono sempre meno tracce in casa  della sua malattia.  La mia consolazione di questo momento si chiama Depeche Mode I want it all. Anche se in questo momento non voglio nulla. Pensiamo alle cose positive e alla splendida torta salata di zucca che mi sono mangiata in un sol boccone a pranzo. Ah, by the way, non l'ho fatta io. L'ho comprata in una rosticceria vicino a casa mia. Ma ciò non toglie che era semplicemente deliziosa.  Un'altro personaggio del libro è partito senza che si sappia in realtà che fine abbia fatto. Stephen King da ragazzo si dev'essere visto un casino di episodi della serie Ai confini della realtà. L'idea del disegnatore che rende reale qualsiasi cosa disegna non mi è nuova. Fa parte anche di un cartone animato che ho visto e di cui non ricordo il nome (Sandy dai mille colori? Forse...) uno dei tanti che ho visto dedicati alla magia, la mia passione di sempre, il mio forte richiamo interiore...

Nessun commento: