12 ottobre 2005

 


 


Sono arrabbiata e anche un pò triste. Mi giro intorno e non vedo altro che esempi di cinismo e di sciacallaggine. Tutti ad avventarsi sul cosiddetto personaggio famoso di turno che ha sbagliato, che ha fatto qualcosa che non doveva, che sta male per malsane abitudini, che lascia un'altro . E ancora una volta la notizia più bella e più vera sarebbe stato un laconico trafiletto in un angolino di un quotidiano o, ancora meglio, il silenzio. Per questo io amo il silenzio: è nell'assenza di rumori che puoi ascoltare la voce più bella, la voce che solitamente non si riesce mai a sentire perchè soffocata dal rumore quotidiano. La gente normale la soffoca perchè ha paura di cosa può rivelarle, perchè ha paura che possa intaccare la maschera che si sono costruiti con tanta fatica e che hanno dimenticato di indossare perchè ormai è così tanto tempo che ce l'hanno. Quella voce ti porta all'essenza più viva di te stesso e del mondo che ti circonda.


I hear that voice again....


A proposito delle persone cosiddette famose: ma perchè gli esseri umani si lasciano incantare per così poco? "Maledire certe domande che forse era meglio non farsi mai..."Afterhours.


I rather trust a man who doesn't shout what he found...

Nessun commento: