7 dicembre 2005

Ho iniziato la mattinata in bellezza incazzandomi con mio fratello, tanto per cambiare. Secondo lui è colpa mia se non ha ancora fatto il vaccino. Io ho passato due settimane e mezza a chiedergli se voleva fare il vaccino e mi ha sempre detto dopo. E' stato in casa un mese e mezzo il vaccino e poi mi sono rotta e ho deciso che lo facevo io e poi glielo ricompravo. Solo che adesso si trova solo dalle usl. Secondo lui IO dovevo insistere per farglielo. Ma si può?? Ha 46 anni non è un bambino che ha bisogno della mamma che gli ricordi di curarsi... E in più mi fa arrabbiare ulteriormente vederlo preoccuparsi per la pressione alta. Ipocrita! Fuma, ha resistito una settimana a mangiare di meno e rinunciare ai dolci, non mangia a mezzogiorno perchè dice che poi non riuscirebbe più a lavorare e poi si preoccupa che sta male. Almeno io sono andata da un dietologo, ho rinunciato ai dolci (oggi sarebbe stato molto semplice con l'umore che avevo prendermi un bel pasticcino e di quello fare il mio unico pasto e invece ho resistito. NON VOGLIO MORIRE COME I MIEI GENITORI. Chiedo troppo?)... e sto sempre male. Ma lasciamo perdere. E adesso per lavoro mi devo scoppiare 90 pagine da riversare su pc. Avete presente l'urlo di Thom Yorke alla fine della canzone che sentite? Ecco quella sono io. Devo ringraziare Barbara di avermi regalato almeno cinque minuti di relax. Peccato che poi il mio solito umore nero ha prevalso e mi ha fatto sentire una schifezzuola umana: semplicemente perchè come scrittrice e narratrice faccio decisamente pena...

Nessun commento: