17 dicembre 2005


"E se solo potessi
Farei un patto con Dio
e gli direi di scambiarci i posti
Correre su per quella strada
Correre sulla collina
su quel palazzo...
Se solo potessi." K. Bush


Un'altra bella canzone dice: "Prima di saltare a qualsiasi conclusione prova a metterti nei miei panni" (in inglese prova a metterti nei miei panni è reso con l'espressione "try walking in my shoes"). Quante volte ci sono incomprensioni tra due persone che si vogliono bene, e con questo non mi riferisco solo alle coppie ma a genitori e figli, tra amici, insomma ovunque ci sia un forte legame affettivo. Ma a volte le parole non bastano per comunicare quello che si sente dentro, a volte le parole vengono meno al loro compito di messaggere e l'unico modo per capire e farsi capire sarebbe quello di invertire i ruoli. Se solo si potesse fare forse molte guerre finirebbero, forse molti dei problemi che gravano sulla povera Gaia sparirebbero. Dicono che esiste un qualcosa chiamato empatia. Una capacità molto rara di sentire i sentimenti altrui. Un dono e una maledizione che stanno diventando sempre più rari. Ho sempre vissuto con l'idea di non possederlo ma se invece non fosse così?


Prima che ve lo chiediate... è un quiz per fan di Peter Gabriel: la collina che viene ritratta nella foto non è una qualunque ma ha un nome ben preciso. Un giorno o l'altro vi racconterò un'altra storia strana sempre narrata da quel signorotto inglese di 55 anni. Ma questo un'altra volta..

3 commenti:

Fiammetta1 ha detto...

Ciao Krishel, no non era una brutta giornata, è che ero ispirata a scrivere più o meno cavolate. Tranquilla un grosso abbraccio Fiammetta

rael_is_real ha detto...

è la collina su cui si stese una notte e sentì le onde corte radio aumentare...

Lords, here comes the flood...
vero?

krishel ha detto...

Bravissima, proprio quella Barbara. E la storia che voglio raccontare è quella della canzone che tu hai appena citato..