3 gennaio 2006


Ho sognato che tre tigri arrivavano a casa mia. Ero preoccupatissima per la reazione che avrebbe avuto Birillo e come loro si sarebbero comportate con lui. Non solo si sono comportate benissimo, ma Birillo non si è spaventato. Le ha annusate e ha continuato come se non fosse successo nulla. Io intanto mi preoccupo di accudirle e chiamo la Protezione Animali per poterle inviare in un luogo a loro consono. Nel frattempo arrivano mia zia Anna e consorte che giurano e spergiurano che non hanno mai ordinato quelle tigri. Però quando la Protezione Animali mostra loro un foglio in una lingua strana, con la loro firma, loro serafici: ma ci avevano detto che era una mera formalità. Quelli della P.A. mi assicurano che le tigri staranno bene. Altro pezzo di sogno: mia madre ed io fuori in giardino vicino a un roseto. Sono nel panico perchè mamma non sta tanto bene e ho paura che si punga con le spine. Costantemente guardiamo verso il cielo, dove lavora mio padre, con la speranza che prima o poi torni a casa.


Curioso come i frammenti di sogni talvolta riaffiorano lentamente nella veglia durante la mattinata. Almeno è così per me. E ora chi si vuole divertire a interpretare (non ho trovato nulla sulle tigri nei miei libri) è ben accetto.


1 commento:

Rainbowarrior ha detto...

Non sono brava ad interpretare i sogni, però posso dire che il tuo sembra essere molto bello. :)