16 agosto 2006

La viaggiatrice silente continua il suo vagare tra le dimensioni. Il mondo in cui si trova è pieno di voci nonostante l'assenza di rumori meccanici: il canto soave del mattutino pigolio dei fringuelli, reclamando veementemente il loro pasto; il saluto festoso del suo giovane e antico amico falco a cui rivolge una muta invocazione. "Rivelami tutto quello che hai visto finora". Il suo amico le narra dei segreti dell'altra parte del Sole, di come luce e sombra sono antichi rivali e amanti. Le porta il frizzante saluto di Madama Acqua, il simpatico e rovente crepitio di Messer Fuoco, la soave dolcezza di Madre Terra e il fragrante aroma vestito a festa di Madama Aria. La viaggiatrice ricambia il saluto con un inchino scherzoso e un sorriso, in cui sembra racchiuso tutta la gioia dell'Universo. Una nuova consapevolezza, la viaggiatrice silente ora sa: ha imparato come aprire i varchi dimensionali. Non ha più bisogno di cercarli ora...

Nessun commento: