28 settembre 2006


immagine trovata in questo sito. Questa pittrice è una favola.

Percezioni
“Atmosfera elettrica intorno a me.
Un anomala piega del tempo
Mostra la sua potenza e la sua fragilità.
Stupore e abbandono è tutto ciò che provo.
Oh, il ricordo del dolore sulla bocca…
Alzo le mani in una silente evocazione,
è l’energia che mi chiama ad un triste compito.
Al di fuori sono una comune mortale
interiormente vivo troppo la mia brevità.
Urlo senza sperare di esser intesa.
Sento  ancora l’acre sapore della sofferenza…
Ho occhi per vedere…
Impercettibile è la realtà delle cose.
Gli anni mi scivolano dalle mani.
Non riesco a viverli come dovrei…” K. 21/5/2000
Come ha detto un mio amico a volte le soluzioni si hanno non pensandoci. Stavo chiacchierando amabilmente con lui quando ho avuto l'idea di mettere una delle mie poesie visto che non avevo la più pallida idea di cosa scrivere oggi. Ho incontrato un'altro empatico sulla mia strada e ringrazio la Dea per questo. E' messo peggio di me ma attraverso i suoi occhi posso capire meglio me stessa. Ieri mi ha fatto regalo di un testo di una canzone capendo perfettamente il mio stato d'animo. Una sensazione bellissima di reciproca comprensione.

Nessun commento: