26 novembre 2006


Ho sognato che facevo parte di un equipe di scienziati che studiavano la letteratura del nostro secolo. Il soggetto in questione era Stephen King. Avevamo un capo idealista, un uomo dall'aria vissuta che era li perchè aveva bisogno di lavoro che era sempre molto scettico. Con quest'uomo in passato avevo avuto una relazione. Ero sdraiata vicino a lui, in una situazione di dormiveglia e, a un certo punto, ci baciamo. Ci svegliamo di colpo e constato che i nostri corpi pensano ancora che stiamo insieme. Lui mi dice che la cosa migliore che ha fatto nella sua vita è stare con me. Il capo ci rimprovera che non stiamo attenti a quello che ci dice e gli dimostro il contrario. Alla fine si lancia in un suo discorso. Lo interrompo una prima volta dicendo che secondo me l'autore ha quasi una compulsione a scrivere. Riprende il discorso e lo interrompo una seconda volta dicendo: "sei sicuro che l'uomo sia così nobile e grandioso? Apri gli occhi."  Guardo fuori dalla finestra e noto che il paesaggio è leggermento cambiato che è brulicante di gente ad una fera. Lì per lì non ci faccio molto caso e vado in bagno. Un bagno scalcagnato. A momenti vengo aggredita da un barbone poi quando sono entrata nel bagno, rischio di farmi una doccia per una perdita nelle tubature. Esco. Il bagno si è ingrandito e quando esco mi ritrovo in uno di quei locali all'americana dove fanno da mangiare. Sto mangiando con due donne e ad un certo punto ci diciamo: offriamoci per le pulizie. Offerta accettata. Una di noi riesce a far brillare un elemento in acciaio del forno. Repentino cambio: il pezzo del forno diventa un cofano di una macchina e siamo immersi in una carovana di gente che sta evacuando la città. Ci sono anche dei feriti.
P.S. Sarebbe chiedere troppo al mio cervello, per una volta, di fare  sogni normali?? Ok divertitevi ad interpretarlo io mi vado a fare un caffè.

3 commenti:

iochenonso ha detto...

Ciao Kris, fra un pò cambio pc, e speriamo di poter farti visita di più. Intanto da un'occhiata al nuovo cucciolo. Ciao un bacione Fiammetta

samuelesilva ha detto...

Semplice. Sei pazza.
Non mi sembra così difficile. ;-)

TisifonLaErinni ha detto...

Sister...che dire
bevi meno!!!

Scherzi a parte credo che il sogno rispecchi la complessità e il turbinio
dei tuoi tanti pensieri.

PS grazie di esserci
sto attraversando un peridodo di transizione e non so dove anrò a parare...ma sento che ci sei
e per questo ti ringrazio.
Un abbraccio
Tua Sist