2 novembre 2006


Si ringrazia Kyle Anderson per aver creato questo capolavoro.


Ci sono cose di cui gli esseri umani si dimenticano. Una di queste è ascoltare la voce dell'anima. Siamo presi dietro i nostri problemi quotidiani che non la sentiamo. E lei rimane li, dentro di noi, a urlare come una matta incurante del fatto che noi, spesso e volentieri, non la sentiamo. Lei non può smetter, è la sua natura, lei continua a parlarci. Arriverà un momento in cui noi riusciremo a sentirla, finalmente. Non chiedetemi cos'è che mi ha fatto fare questa riflessione. Samhain è stato particolare per me quest'anno, si è chiuso un anno pieno di scoperte e ancora va avanti. Tutti i legami che volevo tenere sono rimasti. Anzi si sono rinsaldati ancor di più, se possibile. E c'è una nuova sensazione impercettibile. Quasi come se avessi ricevuto una seconda chiamata. Non riesco a spiegarvi in che senso perchè non è ancora del tutto chiaro neanche a me. E' come se qualcuno o qualcosa stesse invocando, stesse richiamando la mia essenza profonda. E mi chiedo se non sia la voce della mia anima. Però ancora non è dato sapere. Non per me. Ogni cosa al momento giusto. Mother, please, assist us.

2 commenti:

uneclissidiluna ha detto...

Post stupendo... :)
Grazie per la solidarietà dimostrata con il tuo commento, mi ha fatto davvero piacere!

uneclissidiluna ha detto...

L'idea di tua madre non è stata mica male anzi... :)
Grazie per l'appoggio!!!
Un bacio!