9 gennaio 2007


Ancora una volta mi tocca usare la copertina originale del libro perchè non esiste una decente dell'edizione italiana. Vi avevo detto che ho ripreso a leggere e mi sono imbattuta in questo libro molto particolare. Si chiama "L'opera struggente di un formidabile genio" ed è di Dave Eggers. La trama più o meno questa: " E' un gelido inverno quello in cui una famiglia borghese di Chicago viene travolta, nel giro di pochi mesi, da un duplice, inaccettabile lutto. E così Dave, ventiduenne, si ritrova da un giorno all'altro a fare da padre e madre al piccolo Toph, di soli otto anni. Il mondo li attende e loro due non hanno nessuna intenzione di farlo aspettare: Dave vende la casa di famiglia, sale in macchina e si dirige insieme al fratellino verso il sole della California, trasformando un evento devastante nell'inizio di una nuova vita piena di libertà... Comincia così il racconto, imbevuto di tenerezza, candore, coscienza di sé e disarmante megalomania, delle vicende di un ventenne di oggi alle prese con baby-sitter, cene precotte, MTV, e la rivoluzione digitale. "L'opera struggente di un formidabile genio" è un libro inatteso e irresistibile, ma è anche e soprattutto un'affascinante esplorazione delle nuove frontiere della letteratura contemporanea." (dal sito Bol.it) E' una bellissima storia stile flusso di coscienza e da adito a molte riflessioni, sulla vita, sulla morte, sul mondo. Il tutto attraverso il punto di vista di un ventiduenne...

Nessun commento: