24 marzo 2007

A gift


A volte le cose me le chiamo anche se poi mi accadono inaspettatamente. Avevo deciso che ieri sarei andata in centro a consegnare i libri in biblioteca e a comprare dei regali per degli amici. Ho trovato subito quello che cercavo ma non è di questo che vi volevo parlare. Al ritorno, salgo sull'autobus e mi siedo come faccio di solito. Sono talmente assorta nella mia lettura che non mi accorgo di avere, di fronte a me, un signore anziano. Alzo lo sguardo per vedere dove mi trovo, mi accorgo dell'uomo e gli dico "si vuole sedere?". Mi alzo. Dopo un pò mi dice: noto che ha gli occhi azzurri. Ribatto: oggi si. E' strano perchè di solito quando indosso vestiti azzurri i miei occhi sono verdi e viceversa. E mi dice "aspetta". Fruga nella borsa e mi porge un foglio con una poesia dicendomi: "Te la regalo". Siamo finiti a chiacchierare, anche io scrivo poesie e ho apprezzato il gesto di quel dono inatteso e disinteressato. Ha rallegrato una giornata che era iniziata nel peggiore dei modi. A volte la Dea arriva nei più misteriosi dei modi nella vita dei suoi figli...

3 commenti:

raggiox ha detto...

Che bello, sono davvero contento per te. Cose così scaldano il cuore.

Beobeo ha detto...

Io cerco ogni giorno di fare qualcosa di così per strada o in metrò*O* Ovviamente mi distraggo e non lo faccio sempre :P

Per quanto riguarda il mio template rosa, se può esser utile, è nato con l'idea che dovesse essere per la maggior parte bianco, ché voelvo fiori di ciliegio. Però la mia foto migliore (da cui ho copiato i fiori poi disegnati) era di fiori di mandorlo, e da lì è nato tutto :P Sto programmando la versione rossa e nera (perché l'ombrello rosso è spettacolare) e anche quella azzurra-viola per la mia amica.

comunque passerò -spero- presto di qui, alla prossima!

LaTony ha detto...

che bello!!!beata te...io incontro solo persone scontrose sul bus!:(