30 settembre 2007

I figli degli uomini



Sto cercando di recuperare i film che ancora non ho visto e questo era uno tra quelli in lista. Siamo nel 2027 in un mondo in cui le donne non riescono più nè a rimanere incinte, nè a portare avanti una gravidanza. In questo mondo giunge come un fulmine a ciel sereno la notizia della morte del più giovane abitante del mondo, baby Diego, vissuto da tutti come un lutto di carattere mondiale. In questo mondo un uomo senza speranze viene reclutato dall'ex moglie attivista per assicurare un passaggio a una donna incinta verso un luogo dove alcuni uomini stanno lavorando al "progetto genoma", un progetto per evitare l'estinzione del genere umano. Ci sono diversi strati di riflessione: il mondo alla completa deriva descritto in maniera talmente realistica che ad un certo punto si vedono persino le macchie di sangue sulla telecamera, chiedersi il perchè gli esseri umani non riescono ad aver più figli quando tutto il resto invece va avanti. Chiedersi perchè è proprio lei a riuscire ad avere un figlio, e ci ho visto almeno due possibilità molto serie. Inoltre ho fatto una riflessione su me stessa. In quel mondo le donne non possono avere figli. Vivo in un mondo dove, ringraziando la Dea, questo ancora non è possibile. Anzi abbiamo il problema contrario. E questa donna, cioè io, dice che non vuole figli e che non sente per niente l'orologio biologico. Non lo so. Sono sempre stata dell'idea che prima di mettere al mondo nuova vita dovremmo far star meglio i bambini che già stanno qui...

P.S. Che palle cercare di fare una recensione di un film quando tuo fratello ti rompe dicendo "ma tu non ha voglia di fare un cazzo stai solo al pc". Vagli a spiegare che a) potrebbe ramazzare anche lui visto che le manine sante per farlo ce le avrebbe b) che non riuscirei a stare tranquilla finchè non ho scritto la recensione. I criceti sarebbero ancora attivi e le mie parole potrebbero perdersi. See figuriamoci se questo capisce quanto è importante per me la scrittura. Forse, dico, forse se fossi una scrittrice affermata e la scrittura mi desse dei soldi, dico forse prenderebbe in considerazione l'importanza della mia scrittura. Lasciamo perdere. Meglio che lascio perdere...

29 settembre 2007

Would you shine for me?



Si ringrazia Elestrial per la splendida immagine.



In questi giorni ho ricevuto un sacco di luce. Luce purissima che mi è arrivata con una forza quasi insostenibile nella sua bellezza. Ricapitoliamo con calma: sono andata a restituire i libri come da programma e ho scoperto che la biblioteca Berio era in revisione e quindi non potevo prendere in prestito. Erano diversi giorni che volevo scoprire dove si trovava quella nuova di Sestri. Così mi sono armata di pazienza, autobus e sono andata a cercarla. E l'ho trovata, grazie anche a una ragazza che passava di li che andava nella biblioteca. Ora so dov'è. E' una biblioteca carina e nuova, quindi ha ancora poco materiale a disposizione per me. Ma ho visto un paio di titoli che, sicuramente, andrò a reperire con calma. Vi sto preparando la recensione di un disco assolutamente favoloso. Cosa aspetto a scriverne? Che esca ufficialmente nei negozi di dischi ecco qui. Però gironzolando ho fatto una bella scoperta: Ricordi sta mettendo un pò di catalogo a metà prezzo e ci sono delle cose interessanti per me. Ero di fretta ma conto di ritornarci a breve per vedere se riesco a trovare qualcosa. Ho preso Playing the angel dei Depeche Mode a dieci euro.(e qui esce fuori la vena genovese che è in me.) Inoltre la sera sono andata a mangiare fuori sushi con Davide e, con mia grande sorpresa, ho ricevuto il regalo di compleanno anche da lui. Non me l'aspettavo proprio. E mi ha confortato non poco.

P.S. Aglaja grazie per le tue belle parole, ancora una volta. Non so se me le merito davvero però l'energia positiva che hanno dentro me la piglio tutta. Che il tuo Dio ti benedica e ti protegga.

28 settembre 2007

Nel mezzo del cammin...

Ci sono dei libri che iniziano bene e poi si afflosciano a metà strada. Sto facendo molta fatica a leggere il libro che vedete qui accanto. Era partito bene, come un thriller abbastanza particolare con scelte neanche troppo comuni e poi si è perso per strada in questioni letterarie che, a mio avviso, sono state dilungate anche troppo. Comunque la trama è questa, presa dalla quarta di copertina. "Boston 1865: in un'America appena uscita dagli orrori della guerra civile, un gruppo di letterati, tra i quali il poeta Longfellow, ha fondato un circolo per far conoscere per la prima volta, in traduzione. La Divina Commedia. Il comitato direttivo della vicina università di Harvard, protestante e conservatore, tenta in tutti i modi di ostacolare la diffusione delle 'superstizioni immorali e papiste' di Dante, che corromperanno l'America quanto gli immigrati che arrivano ogni giorno da oltreoceano. All'improvviso, però, Boston viene insanguinata da una serie di delitti particolarmente efferati. I membri del Circolo Dante si rendono conto che l'assassino si è servito dell'antico poeta come maestro di crudeltà, e infligge alle sue vittime i tormenti impartiti nell'Inferno. Solo loro potranno, a rischio della vita, scoprire il colpevole." Non lo salverò, lo consegnerò in biblioteca senza neanche finirlo e mi rivolgerò ad un libro che non vedo l'ora di iniziare, gentile regalo del gatto, di cui vi parlerò in seguito. Inoltre qualcuno mi ha fatto capire che potrei ricevere in regalo Rabbia di Palahniuk. Avevo già letto Ninna nanna e mi era piaciuto. Cavie non sono riuscita a leggerlo per motivi miei. Mi manca Soffocare che non riesco a trovare in biblioteca, ma prima o poi lo troverò. E so che i miei criceti partiranno alla grande grande. Ho ricevuto una bella notizia girando per i blog: Stephen Donaldson sta scrivendo il terzo ciclo della saga di Thomas Covenant, l'incredulo. E io non vedo l'ora di metterci le mani sopra. Stesso dicasi per "Il labirinto delle ombre" di Koontz. Prima o poi vi parlerò di questo autore...

27 settembre 2007

Con-takt



C'è un motivo per cui metto questa immagine. Sono praticamente l'immagine di apertura di due blog. Vi avevo detto che forse qualcuno dell'elenco per il compleanno riuscivo ad averlo e così è stato. Ieri pomeriggio mi è venuta a trovare LauraGDS. E' stato come un raggio di sole arrivato a casa mia. Per la prima volta ho avuto qualcuno con cui chiacchierare, ridere, scherzare. Inoltre mi è anche arrivato un'invito da un'amica, sempre in provincia di Milano, e ho accettato l'invito. Si tratta di trascorrere due giorni e mezzo con delle persone splendide. E sono già eccitata per l'idea adesso. Quando? Dal 6 di pomeriggio alla domenica 8/10. Ho accettato l'invito al volo perchè sento di aver bisogno di muovermi, di vedere qualcuno anche se non è proprio di Genova. Non importa. Qualcosa si sta muovendo, spero. Quel che è certo non sono più ai livelli in cui ero l'anno scorso. Sono più forte ora, anche con i miei momenti di debolezza. Ma diamine sono anche umana...

26 settembre 2007

Thank you so much



Sono la solita maledetta disfattista. Ero depressa, non sapevo cosa mi sarebbe successo ieri e, come al solito, ho pensato che non avrei festeggiato e che mi sarei ritrovata sola. Palle. Tutte palle. Prima di tutto sono stata inondata di auguri su un forum in cui sono iscritta, mi sono arrivati molti sms da amici e uno da Davide che mi ha fatto un enorme piacere. E' un segno che la promessa di rimanere amici sta tenendo bene, dopo tutto. Poi all'improvviso mi arriva una telefonata che mi dice: signora devo fare una consegna per lei. C'è in casa? Io: si, certo. Tra un'ora sono li. Dopo un'ora mi citofonano e mi dicono: "sono quella dei fiori per la consegna". Fiori? A me???? Firmo per la consegna leggo il bigliettino: uno del gruppo mi ha mandato quella meraviglia che vedete fotografato lassù. Mi ha davvero fatto molto piacere. Sono cose belle della vita che finora non mi erano capitate. Mi ha riempito di gioia purissima. Poi mi arriva un messaggio di auguri dalle mie amiche-sorelle e prendo la palla al balzo per dire: cosa fate? Siamo andati a mangiare in una pizzeria dove fanno anche carne alla brace. Una delizia per il mio palato. E gli auguri che ho ricevuto qui: tutta luce per me. Grazie. E continuo a festeggiare: adesso alla radio stanno passando Big Time. A tutti quelli che mi hanno fatto gli auguri, anche qui, grazie di cuore.

Dea Madre vi benedica tutti per la luce che avete mandato.

25 settembre 2007

Krishel is getting older



Ci ho pensato parecchio. Mi sono posta il dubbio se fare o meno questo post. Non vorrei sembrare la classica persona patetica che parla del proprio compleanno perchè, in realtà, non ha ricevuto gli auguri da nessuno e spera di racimolarli dai lettori del blog. Ma non è così. Ho già ricevuto degli auguri da delle persone speciali a mezzanotte, minuto più o minuto meno, mi è arrivata una cartolina virtuale dal gatto (grazie mille tesora), un sms da una persona con cui pensavo di essere in rotta. Ok ricominciamo: oggi è il mio compleanno. E non ho la più pallida idea se festeggiarlo oppure no. Ieri pomeriggio sono stata in centro a farmi una passeggiata e a farmi l'autoregalo. Cosa? Uno splendido libro sulle candele e sulla loro magia. Ho ricevuto una cartolina da una persona da cui proprio non mi aspettavo e chissà ancora cosa mi riserva la giornata anche se le aspettative sono molto basse. Non vi voglio deprimervi perchè lo sono di mio e vi lascio una frase che ho visto ieri girando per strada, mi è piaciuta un casino e ve la giro: "Ho sognato una rivoluzione. Ho sognato una Scuola che 'ricordi' che il 'sogno' è la cosa più concreta che ci sia." A tutti quelli che compiono gli anni oggi, come me, auguro buon compleanno. Auguri per tutto quello che volete dalla vita.

23 settembre 2007

Equilibrio artificiale



Come potete vedere ieri sera ho finito questo film. Racconta di un mondo dove, dopo una terza e catastrofica guerra mondiale, la panacea per tutti i mali umani è stata trovata nella somministrazione obbligata di un farmaco che annulla la possibilità di provare emozioni. Niente emozioni: niente rabbia, conflitti, gelosie, invidie; ma anche niente gioia, amore, allegria, felicità. Niente vita. Chi si sottrae alla somministrazione, chi è sorpreso a guardare o custodire un quadro, un disco, un libro, viene arrestato ed ucciso. Con questa base così profonda, e ricca di spunti di riflessione, il film poteva essere un vero capolavoro. Purtroppo un'eccesso di lotte stile Matrix l'hanno reso una buona opera e niente di più. I riferimenti letterari di questo film sono chiari: 1984 di Orwell e Fahreneit 451 di Bradbury. Guardando questo film mi sono lasciata andare ad una riflessione: ognuno di noi sarebbe colpevole per una società di quel tipo. L'emozione è qualcosa che ci permette di conoscere la realtà e di esperirla in maniera molto particolare. E noi che leggiamo libri, ascoltiamo musica, vediamo film, amiamo in tutte le forme possibili e immaginabili... tutti noi saremmo colpevoli. Mi rendo conto che è un film e che presenta un caso paradossale. Però mi ha portato a chiedere come mai non riusciamo a fronteggiare i nostri sentimenti, a gestirli con sapienza, parlo anche di quelli negativi.

Perchè dobbiamo stare a farci la guerra, perchè si odia, perchè il rancore e tutti quegli aspetti deleteri che non fanno altro che distruggere per primo noi stessi? Temo che una risposta a questo non l'avro mai.

22 settembre 2007

New Born

Quello che vedete qui sopra è la mia nuova creatura. Era parecchio che la volevo realizzare e oggi ci sono riuscita. Il tema portante indovinatelo voi anche se mi sembra molto chiaro a dir la verità. Mi sono resa conto di molte cose. Capisco che la mia abilità con le mani non è mai stata propriamente al massimo. Non le ho mai esercitate. Ma se accanto a me ho delle persone che mi scoraggiano non riuscirò mai a tentare. Per molto, troppo tempo mi sono sentita soffocare da persone che hanno avuto una certa idea di me. Mi ci sono crogiolata a quell'idea perchè era comoda, praticamente mi sollevava da alcune responsabilità derivanti dal fatto di sapere fare. Dall'altra però mi pesa che si dia per scontato che non sono capace quando invece ho visto che se ci provo magari non andrà bene alla prima ma poi troverò il modo giusto per tirare fuori le cose. O sta cambiando qualcosa oppure è l'effetto sclero prima del compleanno. Chissà...

Autunno. Finalmente!



Ho un sacco di carne al fuoco e cercherò di diluirlo perchè è un periodo di carenza d'ispirazione e ho bisogno di tutto l'aiuto possibile. Allora ieri sera ho visto il film dei Simpson. Mio fratello non c'era e avevo bisogno di ridere. E' stata una settimana psicologicamente impegnativa tra litigi e silenzi dovuti e il bisogno si sentiva forte impellente e non è tardato a mancare. La trama più o meno è questa: è tutto centrato sulla preoccupazione per la salvaguardia della Terra e, per una noncuranza da parte di Homer, Springfield rischia di essere cancellata per sempre. Non vi starò a spiegare tutte le gag che mi hanno fatto ghignare perchè vi rovinerei il piacere della visione. E' un film assolutamente godibile e dal piglio sostanzialmente ottimista. Il suo insistere sulla parola "finora" rivela un mutamento sostanziale nelle vicende di tutti i giorni e un riflettere su come certe cose potrebbero cambiare da un momento all'altro, da come la situazione da disperata può risolversi in maniera inaspettata. Probabilmente sto cambiando ma ho trovato il film sostanzialmente ottimista. E poi volete mettere il piacere di interrompere a metà la visione perchè un'amico all'improvviso ti chiama per cantarti "L'estate sta finendo" dei Righeira? (Si, Massimo, sto parlando di te, ti voglio sputtanare per benino)Non ha prezzo. Una serata di grazia. Dimenticavo: a tutti quelli che passano di qui i miei auguri di Buon Mabon. L'autunno è arrivato, finalmente, e sono a casa con la mia stagione preferita. Tra quattro giorni compio gli anni e non so cosa fare. Tutte le persone che davvero vorrei che festeggiassero con me sono lontane in un modo o nell'altro. Paolo,Luca,Massimo,Manuel,LauraGDS,Davide,Andrea,Marino,Claudio,Marcella,Patrizia,Orsola,Giuseppe,Giovanni,Giovanna(si mammagio ci metto anche te),Roberta e altri ancora i cui nomi si sono persi nella memoria ma che sicuramente mi hanno reso quella che sono. Ok l'angolo diabete è finito, il post pure, andate in pace.

21 settembre 2007

L'albero della vita



Ho un sacco di carne al fuoco e cercherò di diluirlo perchè è un periodo di carenza d'ispirazione e ho bisogno di tutto l'aiuto possibile. Allora ieri sera ho visto il film dei Simpson. Mio fratello non c'era e avevo bisogno di ridere. E' stata una settimana psicologicamente impegnativa tra litigi e silenzi dovuti e il bisogno si sentiva forte impellente e non è tardato a mancare. La trama più o meno è questa: è tutto centrato sulla preoccupazione per la salvaguardia della Terra e, per una noncuranza da parte di Homer, Springfield rischia di essere cancellata per sempre. Non vi starò a spiegare tutte le gag che mi hanno fatto ghignare perchè vi rovinerei il piacere della visione. E' un film assolutamente godibile e dal piglio sostanzialmente ottimista. Il suo insistere sulla parola "finora" rivela un mutamento sostanziale nelle vicende di tutti i giorni e un riflettere su come certe cose potrebbero cambiare da un momento all'altro, da come la situazione da disperata può risolversi in maniera inaspettata. Probabilmente sto cambiando ma ho trovato il film sostanzialmente ottimista. E poi volete mettere il piacere di interrompere a metà la visione perchè un'amico all'improvviso ti chiama per cantarti "L'estate sta finendo" dei Righeira? (Si, Massimo, sto parlando di te, ti voglio sputtanare per benino)Non ha prezzo. Una serata di grazia. Dimenticavo: a tutti quelli che passano di qui i miei auguri di Buon Mabon. L'autunno è arrivato, finalmente, e sono a casa con la mia stagione preferita. Tra quattro giorni compio gli anni e non so cosa fare. Tutte le persone che davvero vorrei che festeggiassero con me sono lontane in un modo o nell'altro.Paolo,Luca,Massimo,Manuel,LauraGDS,Davide,Andrea,

Marino,Claudio,Marcella,Patrizia,Orsola,Giuseppe,Giovanni,Giovanna(si mammagio ci metto anche te),Roberta e altri ancora i cui nomi si sono persi nella memoria ma che sicuramente mi hanno reso quella che sono. Ok l'angolo diabete è finito, il post pure, andate in pace.

19 settembre 2007

Dreaming Krishel



Ci fosse stato uno di voi che ieri ha indovinato qual'era il mio sogno proibito. Qualcuno ha cercato di prendermi per la gola con il mio artista preferito, un'altro ha fatto delle inutili insinuazioni su me che preparo la caffettiera e non metto l'acqua. A proposito stamattina la battaglia l'ho vinta io. Semplicemente era da pulire il filtro. Comunque oggi vi do la soluzione dell'enigma: sognavo un letto confortevole su cui appoggiare il mio corpo e...DORMIRE! Se il primo premio non è stato assegnato perchè nessuno ci ha preso,  uno tra voi si è vinto il premio simpatia per le risate che è riuscito a suscitarmi e una depressa cronica come me sa com'è preziosa e vitale una risata. And the winner is...Spiritchaser! Motivazione leggetela da voi.


Direi che stai sognando una gattofettiera, una caffettiera a forma di gatto che fa uscire il caffé copiosamente se accarezzata per il verso giusto. Il problema con le gattofettiere è che sono esigentissime, e se non sono soddisfatte delle coccole danno il caffé che sa di calzino bruciato

Blogger:

Contattami Guarda il medialog (foto, audio e video) di questo utente. Blocca questo utente

spiritchaser
La gattoffettiera ancora mi mancava. Grazie per la luce che mi hai mandato.

18 settembre 2007

Strani incontri

C'è una presenza pelosa che si aggira tra gli scaffali e i corridoio della biblioteca Berio di Genova. Si avete capito bene: di tanto in tanto quando vado a caccia di libri mi capita di fare incontri con un simpatico micio. Suppongo che sia di qualcuno del personale perchè è pulito, ben pasciuto e con il collarino. E' talmente placido e simpatico, non ha problemi a trovarsi in mezzo alla gente, si lascia accarezzare. E una volta mi è addirittura capitato di vederlo dormire su una poltrona. Aveva il dorso attaccato allo schienale della poltrona e le zampette tutte all'insù. Era rilassato completamente e chi ha a che fare con i felini sa che non è una cosa comune, deve essere un'ambiente che li rassicura. La posa che teneva era molto simile a quello che vi ho mostrato nell'immagine di inizio post. Ho fatto a botte con una caffettiera da due tazze e ha vinto la caffettiera. Nel senso che non è uscita una goccia manco a picchiarla e ho dovuto fare due caffettiere piccole da una tazza. Leggetemi nel pensiero. Io non vi dirò nulla: ditemi qual'è il mio sogno proibito ora.

17 settembre 2007

Caffè



Si avverte i gentili ospiti della Krishelhouse che questo sarà un post ad alto tasso di delirio. Allora rinnovo l'annuncio: AAA cercasi infermiere di bell'aspetto e bello dentro (esageriamo altrimenti che gusto c'è?) disposto a farmi una bella flebo di caffè. Sono preda del solito gap del lunedì o altrimenti detto: IO ODIO I LUNEDI'. Sonno, sonno e ancora sonno. Fisicamente sono in ufficio e con la testa sono ancora tra le lenzuola calde del mio letto. A parte questo sto continuando la lettura di Caos Calmo e il protagonista vede nelle canzoni dei Radiohead dei messaggi per la sua vita. Cita Pyramid Song, una canzone che io letteralmente adoro, ma sbaglia completamente la storia. Per chi sta leggendo quel libro la vera storia della canzone è questa: si tratta di un sogno ricorrente fatto da Thom Yorke messo in testo e musica. E i miei criceti sono partiti quando ho richiamato la canzone, canticchiandola, e il suo significato. Questo sogno, il video di No surprises, una parte del video di Harrowdown Hill. Quest'uomo ha un rapporto particolare con l'acqua che, se stessi preparando una tesi in psicologia, sarebbe bello approfondire. E mi viene in mente che prima o poi comincerò a parlarvi in maniera approfondita dei quattro elementi.

Ma non ora, non oggi. When time is right.

15 settembre 2007

L'albero della vita



Per un errore devo ricominciare tutto da capo. Perdincibacco che nervi!! Ok ripartiamo da zero. Ieri sera una Krishel dall'umore particolarmente stanco ha deciso di vedersi un film e la sua scelta è ricaduta su quest'opera di Aronofski. Avevo già visto un paio di film suoi: Requiem for a dream e Pi-Il teorema del delirio. Sapevo che non sarebbe stato un film normale e le aspettative non sono andate deluse. E' un film giocato sulla dualità. Luce e ombra, realtà e fantasia, passato e presente. Qualcuno ha voluto vedere il futuro nella parte con l'attore protagonista in meditazione. Per me quello è il presente da cui parte per ripercorrere tutta la sua vita. E' anche giocato sulla dualità tra vita e morte. La morte qui non è la semplice cessazione della vita ma un processo naturale, un aiuto, un coadiuvante, iniziazione verso la conoscenza. Una sapienza che gestita in maniera sconsiderata e inconaspevole rischia letteralmente di inghiottirti. Ci sono molti momenti davvero toccanti nel film e lascia allo spettatore una sensazione di pace assoluta, come se tutto finalmente avesse trovato il suo naturale corso e il suo luogo di appartenenza. C'è un elemento del film che posso raccontarvi e che la vostra padrona di casa ha gradito molto. Ad un certo punto la luce disegna delle parole: Divine word. Parole divine. Ancora una volta il potere delle parole. E sorrido...

10 settembre 2007

Happy birthday Krishel's house





Era appena passato un mese dalla morte di mia madre e un'amica conosciuta nei gruppi di discussione di yahoo mi fa: vieni a commentare sul mio blog? Se la mia memoria non fa cilecca allora c'erano difficoltà a commentare se non eri iscritto. Così ho detto non mi costa nulla registrarmi se poi non mi ci trovo cancello l'account. Detto, fatto. Ho dato un'occhiata ai blog e ho visto che in fondo non era poi così difficile, che la gente che scriveva non aveva grandi pretese letterarie. Erano semplicemente persone che, come me, avevano la passione per la scrittura. Ho iniziato in sordina, lentamente, con un template standard dato da Splinder e senza immagini. Poi piano piano sono arrivate le immagini. La me di adesso, dannata perfezionista nella ricerca delle immagini e nella loro disposizione, rabbrividisce nel vedere come le mettevo. Il primo template fatto da Rael: uno sfondo nero con una Luna la cui immagine scorreva. Ho dovuto cambiare perchè c'era la mamma che non riusciva a leggere. La musica. Due anni fa non c'era possibilità di mettere player come ora dovevo ricorrere all'aiuto di un'amica. Il secondo template: la Dea matrona con il calice. E il blog cresce, crescono il numero di persone che lo leggono, cresce il numero dei post che ho scritto. Il terzo template grazie a Laura: questo che vedete ora. E' un piccolo sogno realizzato, il sogno di poter scrivere delle cose che mi interessano, avere una porta aperta sul mondo in cui tutti possono leggere. E' un sogno che ha anche le sue insidie ma se sai affrontarle è il minimo. Ora siamo qui. Mi riguardo indietro di due anni e penso a quanta strada ho fatto e quanti parole, passione, vita, opinioni, musica e altro ancora ho infuso in questa casa. Mi riguardo indietro e penso che, quando l'ho aperto, non pensavo che sarei arrivata tanto lontano. E che, ancora una volta Davide aveva ragione: era la naturale evoluzione per me da sempre abituata a tenere un diario e, effettivamente, le cose migliori che scrivo sono proprio quelle stile flusso di coscienza.

Buon compleanno Krishel's house.

9 settembre 2007

The flood

E' come se in questi giorni mi fosse piovuto addosso quel personale diluvio di cui parla Gabriel nella canzone che vi faccio sentire in sottofondo. Mi sono resa conto di molte cose, e ho rivissuto certi eventi, anche se non riguardavano me ma un mio amico, l'impatto non è stato meno devastante. Queste parole le dirò solo per me, perchè le devo esprimere. Dicevo è come se un diluvio mi fosse piovuto addosso e le barriere che mettevo tra la me più profonda e quella in superficie sono cadute. Dopo tutto quello che è successo, i danni che sono stati fatti, il dolore, le cattiverie gratuite, le parole grosse che sono volate, eppure...eppure. Una parte di me ha nostalgia di un'amicizia e di un legame spezzato che non credo verrà risanato mai più. Ci sono quattro parole che me le tengo qui nelle dita e non riesco a scriverle. Parole che devo lasciare andare per stare meglio. Ho imparato che sono incapace di odiare, anche nelle circostanze peggiori, anche quando vengo provocata, è più forte di me. Non so odiare. Nonostante tutto io... Nonostante tutto ti voglio ancora un bene dell'anima. So che queste parole possono sembrare sterili ora ma questo è quello che ho dentro.

5 settembre 2007

There is no you, there is only me.



Questa foto mi è stata scattata domenica da sysalvichipuo e non smetterò mai di ringraziarla. Vi dirò un piccolo particolare: tra le varie doti che aveva mia madre era anche una buona fotografa. Lei aveva l'innato talento di scattare le foto nei momenti più impensabili rendendo così lo scatto di un istante irripetibile, il fissare di un evento non precostituito ma per come stava accadendo. Purtroppo non ho più trovato una persona che avesse così tanto talento (Davide con tutta la buona volontà sei troppo fissato con la tecnica! Lo sei quando scrivi e lo sei anche quando scatti le foto, poco ci piove) fino a domenica. Questa è la foto più bella che mi sia stata fatta da anni. Mi ritrae in un momento assoluto. Me ne sono innamorata e ve la faccio vedere. Mi sento immersa nella luce, sembro luce io stessa. Probabilmente lo sono. Chissà. La guardo e penso: vorrei avere questa luce e questa forza, questa vita tutti i giorni. Grazie mille piccola, Dea Madre ti benedica. Oggi gira così.

P.S. Voi non potete capire l'importanza di questo post. Ci ho messo praticamente due anni per farvi vedere come sono. Semplicemente perchè non mi sono mai amata fisicamente. Ora però sta cambiando qualcosa e mi spaventa. Ma sento che è una paura buona.

4 settembre 2007

Tradita da un insolito lievito



Oggi avevo voglia di torta per addolcirmi un pochino la bocca visti i deliri a cui sono stata chiamata ultimamente e di cui tralascio per non turbare i miei graditi ospiti. Però come dice il titolo qualcosa è andato storto. E' venuto di gusto buonissimo ma non è lievitato. Ora so cosa mi state per dire: non hai messo il lievito, e invece si. Solo che boh mi ha tradito, non ha gonfiato. Le cose sono due: o non fanno più i lievi come una volta o ne ho messo troppo poco rispetto alla preparazione, ma mi sembra strano. Non era scaduto visto che l'ho comprato oggi. Per carità ripeto di gusto è buonissima solo che è una cosa piatta con incima sembra zucchero caramellato. Non si butta via di certo ma ci sono rimasta un pochino male...

1 settembre 2007

Blog day

Blog Day 2007

Come al solito arrivo tardi alle cose. Ieri era il blog day e come simpatica iniziativa c'era quella di segnalare cinque blog che non fanno parte del tuo blogroll ma che trovi interessanti o che colpiscono la tua attenzione. E comincio sono elencati non in ordine di importanza che sia chiaro:

1) The "Everyday Blog" of PB soprattutto per questo post:

The show must go on. Esprime esattamente quello che penso su certi eventi con una piccola differenza tra noi due. Io evito proprio di parlarne...

2) Due cuori e una gatta. Questo è il mio antidepressivo giornaliero. Le vicende di un uomo, una donna e della loro gatta narrate con un bel piglio ironico. Il bello è che certe situazioni sono comuni a tutti noi che siamo amici di un gatto.

3) Willa foto. L'ho conosciuta per caso come blogger con un gatto e sono rimasta incantata dal suo modo di descrivere le vicende della sua vita con gli amici pelosi. E poi Slider, la sua micia, è davvero un'incanto.

4) Bento mania. Voi conoscete la mia passione per il mondo giapponese. Loro hanno un sistema praticissimo di portarsi il cibo in scatola. Direte che differenza c'è? C'è che la preparazione di questo cibo assume forme creative e simpatiche e c'è da ammirare solo il tipo di preparazione e la fantasia con cui vengono allestite. A volte sembra persino un peccato mangiarli.

5) Blog di Metilene. L'ho segnalato soprattutto per un post divertente in cui una giovane fan cerca di imitare Britney Spears e il risultato è davvero esilarante: Britney cos'è andato storto?.



MANCA UN GIORNOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
!!!!

Ok ok. Mi rincompongo, scusate l'attimo di follia non accadrà più.

MANCA UN GIORNOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!