28 settembre 2007

Nel mezzo del cammin...

Ci sono dei libri che iniziano bene e poi si afflosciano a metà strada. Sto facendo molta fatica a leggere il libro che vedete qui accanto. Era partito bene, come un thriller abbastanza particolare con scelte neanche troppo comuni e poi si è perso per strada in questioni letterarie che, a mio avviso, sono state dilungate anche troppo. Comunque la trama è questa, presa dalla quarta di copertina. "Boston 1865: in un'America appena uscita dagli orrori della guerra civile, un gruppo di letterati, tra i quali il poeta Longfellow, ha fondato un circolo per far conoscere per la prima volta, in traduzione. La Divina Commedia. Il comitato direttivo della vicina università di Harvard, protestante e conservatore, tenta in tutti i modi di ostacolare la diffusione delle 'superstizioni immorali e papiste' di Dante, che corromperanno l'America quanto gli immigrati che arrivano ogni giorno da oltreoceano. All'improvviso, però, Boston viene insanguinata da una serie di delitti particolarmente efferati. I membri del Circolo Dante si rendono conto che l'assassino si è servito dell'antico poeta come maestro di crudeltà, e infligge alle sue vittime i tormenti impartiti nell'Inferno. Solo loro potranno, a rischio della vita, scoprire il colpevole." Non lo salverò, lo consegnerò in biblioteca senza neanche finirlo e mi rivolgerò ad un libro che non vedo l'ora di iniziare, gentile regalo del gatto, di cui vi parlerò in seguito. Inoltre qualcuno mi ha fatto capire che potrei ricevere in regalo Rabbia di Palahniuk. Avevo già letto Ninna nanna e mi era piaciuto. Cavie non sono riuscita a leggerlo per motivi miei. Mi manca Soffocare che non riesco a trovare in biblioteca, ma prima o poi lo troverò. E so che i miei criceti partiranno alla grande grande. Ho ricevuto una bella notizia girando per i blog: Stephen Donaldson sta scrivendo il terzo ciclo della saga di Thomas Covenant, l'incredulo. E io non vedo l'ora di metterci le mani sopra. Stesso dicasi per "Il labirinto delle ombre" di Koontz. Prima o poi vi parlerò di questo autore...

Nessun commento: