30 ottobre 2007

Curtains



Si ringrazia desmo100 per la splendida immagine.



Facciamo i ciechi e respingiamo la notte. Tira su le coperte, tirale molto strette. Ci sono angeli sulle tende che ci proteggono dall'esterno. Ci sono leoni sulle nostre tende che si leccano le ferite. Leccano i loro dubbi. Li puoi veder fluttuare, con le loro memorie del giorno. Chiudi gli occhi, vai a dormire... 
Ci sono voci amiche, voci a cui ricorri quando l'animo sanguina e hai bisogno di tornare alle origini. Voci che sono, come ha giustamente detto la Placida Signora, un pò come la coperta di Linus. Nel mio caso quella voce è Peter Gabriel. Continuo a inseguire la dolcezza. Più la inseguo più mi sfugge tra le dita. E il dolore aveva affondato i suoi artigli in maniera vertiginosa nella mia testa ieri sera, tanto da troncare bruscamente una conversazione. Capita troppo spesso ultimamente. Cercavo qualcosa, cercavo una voce amica ed è arrivata. La canzone che sentite in sottofondo adesso è Curtains di Peter Gabriel nella versione che lui stesso ha rimaneggiato per il videogioco Myst: Revelation. E' la sequenza in cui sentite questo pezzo è puramente onirica, un pò come il brano in se. E lui, il Maestro, ha una voce incantevole. Lo so direte che sono di parte, sono sua fan e non posso essere obiettiva. Giudicate con le vostre orecchie. E' il giudice che ritengo più fedele...

Nessun commento: