31 dicembre 2007

This year's end.



Si ringrazia SparklyDest per la splendida immagine.

Sono stata tutto il giorno presa tra spesa e cucina per preparare la cena di questo fine anno. Cosa? Ho aiutato mio fratello a preparare il cuscus di pesce come da tradizione familiare. E' bello che questa tradizione non si è persa. Almeno questa. Stamattina ho fatto un incontro molto piacevole: ho incontrato mia zia Pinuccia e zio Costantino, gli unici parenti genovesi con cui sono rimasta in contatto. Il perchè, beh il perchè se mi leggete da tempo lo sapete e non devo ripeterlo. E' tutto il giorno che mi trascino pensierosa a fare il rendiconto di questo 2007. Un anno difficile dal punto di vista psicologico: mi sono spezzata il cuore e ho toccato con mano l'abisso. Ho rischiato seriamente di non portarlo a termine quest'anno. Ma alla fine qualcuno lassù mi vuole ancora qui. Viva e vegeta a respirare e sputare sangue. E' stato un anno di incontri, un anno di concerti, un anno in cui Dea Musica ancora una volta ha fatto la differenza nel mio cuore e nella mia anima. You saved my life again. Anno fatto di amicizie perdute e trovate. Anno in cui ho scoperto la mia luce e ancora non riesco a crederci. Ancora non riesco a credere che ci sia ma l'ho vista e quindi c'è.  Un anno ancora attraverso le mie parole. Signori e signore l'anno 2007 si chiude. Non mi sembra vero di poterlo chiudere, mi sembra un miracolo. A tutti quelli che passeranno di qui auguro un buon anno. 

 
Glitter Graphics

22 dicembre 2007

Greetings



Qualcuno ha voglia di regalarmi questo splendido panorama? Chiedo troppo eh? Mi sa di si. Allora la vostra padrona di casa ultimamente è stata assente per molti motivi. Ho fatto il babbo natale per la mia azienda consegnando i consueti pacchi dono che il mio capo elargisce. Inoltre sono andata in centro a consegnare i libri. Peccato che nella fretta ne ho dimenticato uno e se ne parla dopo Natale. Io odio consegnare i libri in ritardo, sono fatta male. E mi sono pure fatto l'autoregalo di natale: il dvd singolo di Vicarious. Quello che ho visto ma, soprattutto, quello che ho sentito vedendo quelle immagini è semplicemente inesprimibile. Il signor Adam Jones ha creato ancora una volta qualcosa di unico. Che la Dea lo benedica e lo preservi nel suo immenso talento. Inoltre ieri sera ho fatto una variante della mia solita ricetta riso con zucchine e gamberetti. Invece di usare il riso ho preso un pò di fettuccine al nero di seppia. Il risultato ha fatto applaudire le mie papille gustative. Oggi tutto il giorno in giro per la spesa. Menù di Natale già bello che organizzato, per fortuna. Ho pure preso appuntamento dal parrucchiere perchè non riesco più a tenere i capelli in una pettinatura che sia una. Inoltre devo pure rinnovare il colore. Sembra incredibile che io faccia discorsi di questo tipo, sarò diventata ancora più folle oppure la stanchezza. Comunque faccio i miei auguri di Buon Natale a tutti quanti, ma proprio tutti eh. Nessuno escluso.

19 dicembre 2007

Yule gift





I miei pacchetti inviati, sparsi per l'Italia e non solo, sono arrivati quasi tutti. Manca uno all'appello e non si capisce come mai. Piano piano sto cercando di farmi entrare nell'atmosfera anche se, di fatto, non ho ancora messo una decorazione che sia una. Penso che se ci riesco venerdì faccio un giro in centro per qualche piccola decorazione giusto per non rendere triste la casa. Inoltre ho anche bisogno di guanti di pile visto il freddo che si è messo e non riesco più a trovare quelli che avevo preso l'anno scorso. Ieri mi è arrivato il primo regalo da una persona dolcissima. Spero che la vita non lo guasti è ancora così giovane eppure così saggio e grande. Diciamo che la mia forma influenzale sta giovando alla mia dieta. Forse penso di aver perso qualche chiletto. Chissà. Ho finito il libro di Silverberg. Il suo finale è eccezionale e mi ha portato a riflettere molto. Se non ve lo dico è semplicemente perchè non voglio rovinarvi il piacere di leggerlo.

P.S. Potrei fare un'azione da vera terrorista musicale sul blog in vista del Natale. Se lo faccio, non vi preoccupate non sono impazzita. O almeno non sono diventata più pazza di quello che sono di default.

18 dicembre 2007

Sound of magic


Grazie a un forum ho fatto un viaggio nella mia memoria musicale e ho tirato fuori i dieci dischi che in qualche modo hanno cambiato la mia vita di ascoltatrice. Eccoli qui.
1 Lucio Battisti Una donna per amico. Qui siamo proprio alle origini del mio sentire musicale. Una cassetta ascoltata tremila volte rubata a mio fratello. Mi piaceva quel misto di orecchiabilità e sapienza musicale. Ero giovane ma avevo già l'orecchio abbastanza allenato di natura mi sa.
2 Kate Bush Hounds of love. La prima voce femminile di cui mi sono innamorata e forse, a quei livelli, l'unica. Una donna a cui si sono ispirate tantissime artiste dopo e se non fosse stato per lei non avrei potuto arrivare al disco successivo ossia..
3 Peter Gabriel So. Come scoprirò più in avanti non è esattamente il miglior disco di Gabriel ma è quello che me l'ha fatto conoscere. Da questo disco partono 21 anni 21 di passione purissima. Mastro Gabriel io sarò votata a lei con l'anima fino al resto dei miei giorni.
4 Depeche Mode Music for the Masses Immaginatevi un'adolescente depressa che vede tutti quei video colorati e poi, finalmente, un video interamente in bianco e nero. Dave Gahan che ha una voce splendida già da allora e le tematiche erano esattamente ciò a cui stavo pensando in quel momento. Impossibile non innamorarsene e così fu.
5 Nine Inch Nails Pretty Hate Machine. Mi ricordo, ancora come se fosse ieri, la prima volta che ho visto Head like a hole su Videomusic. E mi ha stupito per quel sapiente mix di rabbia, tecnologia e qualcos'altro che ancora non riuscivo a capire e che avrei compreso solo più in avanti. Una forza distruttiva capace di penetrarti nelle ossa e tirarti fuori il lato più cattivo.
6 Metallica And Justice for all. Fino a questo momento pensavo che il metal fosse una roba per brutti sporchi e cattivi che non fanno altro che urlare dalla mattina alla sera. Insomma l'inferno. Invece quando ho sentito questo disco ho abuto l'illuminazione e ho capito che i miei erano solo pregiudizi. Da quel momento non ho avuto più paura di ascoltare metal. Neanche nelle sue accezioni più brutali e incazzose.
7 Massive Attack Mezzanine Anche questo disco ha contribuito a togliermi molti dei pregiudizi musicali che avevo all'epoca.
8 Tool 10,000 days. Ok li conosco da Undertow, ho sempre amato la loro musica. Con Lateralus hanno parlato al mio inconscio ma questo disco è arrivato esattamente nove mesi dopo una grande perdita. Sentire uno dei miei artisti preferiti raccontare esattamente quello che stavo passando in quel momento...ha significato molto per me.
9 Martin Grech Unholy. Pensavo che dopo tutto questo tempo non fossi più capace di innamorarmi di un'artista e mi sbagliavo. Questo disco è riuscito a colmare il buco che With Teeth aveva lasciato. (Poi però With teeth ha ripreso il suo posto. Non l'avevo capito...)
10 Lustmord Carbon Core. Anche qui una rivelazione fulminea. Non sapevo che l'ambient potesse essere malefico e cattivo. Non sapevo che ci fosse un lato oscuro di un genere musicale che ritenevo, a torto, rilassante. E' come se avessi ritrovato la mia ombra.

17 dicembre 2007

Brrrrrrrrrrrrrrr.....

Freddo freddo freddo, che freddo...mi aspetto da un momento all'altro di uscire dall'ufficio e vedere tutto bianco fuori, con la neve e i pinguini e la gente con gli sci e la slitta trainata da cani huski (si scrive così? Non lo so). Non posso nemmeno concedermi il lusso di prepararmi una cioccolata calda perchè sto male. Maledetta influenza. Però a casa ho un favoloso thè speziato natalizio che è una goduria solo da annusare oltre che da bere. Va prepariamoci psicologicamente. Moan. Capisco perfettamente Birillo quando si attacca al calorifero. I gatti ne sanno sempre una più del diavolo. E anche degli stupidi umani, aggiungo io.

I'm going slightly mad, I'm going slightly maaad. It finally happened. I'm slightly mad!

14 dicembre 2007

Images and word



Questo che vedete qui sopra è uno scatto dalla nuova opera dei Tool. A brevissimo uscirà un dvd singolo con il video di Vicarious, finalmente!!, e altre ghiottonerie varie. Ovviamente io ho già ordinato la mia copia e sto aspettando con molta attesa. Sarà il mio personale regalo di Natale. Ma questo non è il solo motivo per cui vi mostro quest'immagine. Ancora una volta i Tool arrivano al mio inconscio attraverso le immagini richiamando qualcosa che ancora non comprendo del tutto. Questa immagine mi parla, mi comunica, mi smuove qualcosa dentro. E come se fosse un'invocazione. Una mano aperta verso...

Ditemelo voi nei commenti. Poi dirò la mia.

P.S. Ho appena avuto modo di vedere il video di Vicarious. Sono letteralmente sconvolta. E' bellissimo. Ma proprio bello. Non vedo l'ora di avere il dvd tra le mani e vedermi il video con una qualità maggiore. Temo che ritornerò in ossessione Tool...

13 dicembre 2007

Bright light



Si ringrazia TreehouseCharms per la splendida immagine.



Ho un sacco di cose da dire oggi e anche un sacco di cose da fare. Innanzitutto: avevo invocato la luce ed è arrivata in tutte le maniere possibili. Grazie a un post di un'amica e al suo incontro speciale, un incontro che le ha cambiato la vita. L'energia che ne è derivata è arrivata così forte dentro me e solo attraverso le sue parole. Poi il fatto di dedicare tempo, cura e amore nello scegliere i pensieri per le persone a cui voglio bene. Il gatto che mi sta contagiando con il suo dedicarsi al Natale, al suo sito natalizio che ascolta ogni anno. Decorazioni natalizie luminose nel mio edificio, proprio nel portone di fronte al mio. La sorpresa di trovare un commento di mio cugino. A proposito: nel post dicevo che volevo sperimentare i cannoli al cioccolato per confrontarli con quelli siciliani che conosco, e amo, molto bene. Si vede che è da ieri sera che non mangio? Diciamo che il mio organismo si è ribellato un pochino. Niente che una tisana calda e rilassante non possa risolvere. E, soprattutto, imparare a smaltire la tensione in altro modo. Io non sono normale. Sto bene, sorrido, per i miei standard si potrebbe dire che sono felice eppure il mio organismo mi fa star male. Krishelmisteri...

11 dicembre 2007

Open heart









Vi faccio un enorme regalo: fermate la musica in sottofondo e godetevi questo gioiellino: è Reckoner dei Radiohead. L'apertura melodica finale è davvero meravigliosa. Ha il potere di aprirmi il cuore e, ogni volta che lo sento, mi commuovo. Ieri sera la vostra padrona di casa ha ricevuto un invito a cena da un frequentatore della casa. Ho deciso che, per una volta ancora, posso mettermi in gioco. Già mi prendono le ansie adesso per le paranoie che ben conoscete. Al diavolo le mie paranoie. Ho bisogno di contatti umani. E se non inizio da qualche parte non so come fare. Sono giorni frenetici. Oggi pomeriggio spedirò i miei primi regali complice del fatto che mio fratello è assente da casa per due giorni, per questioni di lavoro, e quindi ce la gestiamo io e mia sorella che abbiamo meno palle per il mangiare. Domani conto di finire i regali da spedire. E poi il resto me la prendo con molta calma. Ho già deciso tutto e questa è la cosa importante. E' questo quello che adoro del Natale: l'amore che ci metto nel scegliere con cura quello che donerò. Pur sapendo che quello che conta è il pensiero. Deve sentirsi forte e chiaro...

9 dicembre 2007

E' Natale? Forse.





Venerdì avevo detto che andavo in centro per prendere i primi regali e così è stato. Mi è accaduta una cosa molto curiosa. Quando ho comprato un regalo per il guerriero (non dico cos'è altrimenti gli rovino la sorpresa) mi hanno regalato un rametto di vischio. Poi ho saputo che avrò la casa libera, tutta per me il 21 dicembre. Direi che è perfetto. E mentre tutti o quasi sono alle prese con le decorazioni ho sempre meno voglia di farle. Forse perchè, dentro di me, quella sensazione di festa, quelle luci tipiche del Natale mi suonano false da troppo tempo ormai. Dovrei smetterla di far lavorare i criceti che per l'occasione si sono vestiti pure a festa...

7 dicembre 2007

Krishel delirium



Sono priva di ispirazione. Stop. Avrei due sogni da raccontare ma non so cosa mi frena, si lo so ma sono dispettosa e non ve lo dico. Stop. Questa è l'immagine giusta per una persona nelle mie condizioni. Ho bisogno di luce, tanta luce. Oggi sarò di nuovo a caccia di libri in tutti i sensi. Vado in biblioteca e già che ci sono faccio pure un salto alla Fiera del Libro che c'è ogni anno puntuale prima di Natale. Per me è un'appuntamento fisso con la speranza di trovare delle belle occasioni o di salvare dal macero qualche opera interessante. Vi saprò dire. Mi sa che il mio cellulare ha le ore contate. Non riesco più a ricaricarlo. Quasi quasi seguo il consiglio di Aglaja e me ne prendo uno con fotocamera. Così non mi devo ricordare di portarmi dietro la macchina fotografica...e menomale che non sapevo cosa scrivere!!

5 dicembre 2007

Pearly gates


Si ringrazia Stephanie Pui-Mun Law per la splendida immagine

Premetto: sono le mie impressioni a caldissimo. Non sono razionale, ma tipicamente viscerale. Non riuscirei a essere razionale neanche se ci provassi. Non chiedetemelo nemmeno.

Non aver paura. Io so che questo è uno dei più bei giorni che abbia mai vissuto...
Con queste parole si chiudeva In rainbows parte uno e da qui riparte la parte due con un richiamo forte musicale al brano precedente in Mk 1. Il messaggio è chiaro, lampante: non considerate i due dischi come entità separate ma come un'unica entità. Detto questo la prima impressione che ne ho ricavato è che ci troviamo di fronte a suoni e a un modo di cantare tipici degli anni settanta. E' sin troppo chiaro fin da Down the new up. Yorke qui sembra dire ai suoi innumerevoli imitatori, alle band che si sono ispirate al gruppo: "ora vi faccio vedere come voi non sarete mai". Idealmente è un proseguimento della precedente Videotape: la morte non è la cessazione della vita ma un percorso, una nuova fase: "lasciate che la luce vi permei". Tutto è compiuto. Avevo aspettato per così tanto tempo, ce ne hai messo di tempo per venire al mio cospetto. Go slowly è un'altra di quelle preziose ballate tipiche di questo gruppo. Thom Yorke canta con una voce bellissima. E' una di quelle canzoni per cui ringrazi la Dea di aver la possibilità di sentirla. Toccante, sognante. Alla mente mi richiama... Cat Stevens?? Possibile? Si continua con Mk 2, intermezzo etereo e poi Last flowers. Passato musicale dei Radiohead e passato musicale tout court che si fondono per un brano dolcissimo. "Ti prego voglio parlarti, solo questo. Siediti, ascolta e non interrompere".  Up on the ladder richiama certe atmosfere tipiche di Kid A e Amnesiac. Una sorta di equilibrio tra le parti. Se la prima parte mi sembrava molto solare, tranquilla, più serena che in passato la seconda richiama tutta l'oscurità a cui ci avevano abituato finora. Deliro: giorno/notte, vita/morte. Dualità? Così sembra. Ho bisogno di una risposta. Cosa trovo dall'altra parte? Sto scalando la piramide verso l'aldilà. Cosa ci troverò? L'incedere di Up on the ladder è sinuoso, accattivante e in sottofondo sembra esserci un suono simile al codice morse...Sos...qualcuno vuole rispondere? Bangers n Mash è come Bodysnatcher: mi ci vorrà del tempo per capirla e accettarla del tutto. E' una tirata acidissima, a tratti irritante per le mie orecchie. Scherzosamente mi vengono in mente telefilm polizieschi tipo Shaft o simili. Si. Ce la vedrei molto bene come colonna sonora...Avviso: tempo quattro minuti e finisce tutto. E non ci credi. Deve essere un'incubo ora mi sveglierò. Ma questo è il tuo avvertimento. Quattro minuti e finisce tutto. Perchè?? Il brano è un delizioso commiato. Minimale, pacato, dolente. In definitiva cosa dire di In rainbows che non ho già detto? E' straordinario: a partire da tutta l'operazione imbastita fino alla realizzazione finale. I Radiohead hanno trovato finalmente la propria maturità. Oh si. Tutto è compiuto. Si, si, è così.
Everything is in its right place...

2 dicembre 2007

Birillo



La mia dolce bestiola seduta sul microonde. Sono giorni che sto tentando di fargli un pò di fotografie per ritrarlo in pose carine o buffe o altro e mi sono anche creata un account flickr per ospitarle tutte. Stamattina ha fatto il diavolo a quattro: miagolava, sfrecciava per il corridoio. Ha buttato due volte il telecomando per terra. Con mie grandi urla. Giocava con la pallina di carta stagnola. Insomma era scatenato. Inoltre immaginatevi me che, con un occhio, dovevo stare attenta a stendere e a non far cadere nulla e, con l'altro, cercare di non distrarmi perchè lui voleva salire sulla finestra e non poteva perchè c'era la zanzariera aperta e poteva volare di sotto. Insomma equilibrismi. Ma la cosa più tenera è quando la sera mi aspetta per andare a dormire. Aspetta che io mi sia sistemata per benino nel letto per poi farsi la sua cuccia. A volte lo invidio.