16 gennaio 2008

Here comes the rain



Si ringrazia x-horizon per la splendida immagine.



"Piove, senti come piove, madonna come piove, senti come viene giù." Se non fosse altro che Genova si blocca ogni maledetta volta che piove, si è aggiunta pure la manifestazione dei metalmeccanici a bloccare il traffico. Insomma ci ho messo di più del solito ad arrivare in ufficio. Oggi è una di quelle giornate che me ne starei volentieri a casa e invece sono qui. E ho tremila cose da fare: fotocopie (e io che mi picchio letteralmente con la macchina fotocopiatrice perchè spesso e volentieri si inceppa la carta) ritirare una raccomandata, ritirare un documento in centro per una gara. La cosa positiva di quest'ultimo è che ne approfitto per andare a ritirare un libro che avevo prenotato in biblioteca e che ieri sera mi hanno telefonato per dirmi che era arrivato. E diavolo ma perchè la radio mi ripropone i duellanti? E' un segnale, io lo vedo come un segnale. So che dovrò difendermi ancora una volta. Krishel per favore pensa alle belle cose. Ieri sera ho messo le mani sul nuovo disco dei Bauhaus. Non è male. Devo riascoltarlo ben bene però per dare un giudizio definitivo. Che bello godermi lo stupore di Spirit che non credeva fosse vero e la gioia pura di un mio amico in ascolto. Sembrava un bambino in un negozio di giocattoli. E' bello sentirti con quell'energia. Propongo una petizione per tutti i fan di Peter Gabriel: firmiamo per il suo ritorno sulle scene musicali con un nuovo disco. E diavolo non puoi farci aspettare di nuovo dieci anni, dai su, un pò di decenza. Qui c'è gente che aspetta trepidante e sofferente. Ritorno alle mie fotocopie che è meglio. Tono da puffo quattrocchi, un immagine perfetta per me: sono bassa e ho gli occhiali.

Nessun commento: