31 marzo 2008

Is this a test?



Ringrazio il gatto per avermi ispirato con questo test.


01 - Che ora è: 11:02

02 - Nome: Krishel

03 - Compleanno: 25 settembre

04 - Segno zodiacale: un'atipicissima Bilancia

05 - Tatuaggi: Per ora non ne ho ma mi piacerebbe.

06 - Piercing: no, nemmeno i fori per gli orecchini

07 - Sei innamorato/a: boh, non credo, non so.

08 - Ti piaci interiormente: AHAHAHAH, me la rido, va.

09 - Hai già amato al punto di piangere per qualcuno? sì

10 - Hai mai fatto un incidente con l'automobile? ero dal lato passeggero e la macchina di Dave è andata a sbattere contro la barriera dell'autostrada. Vale?

11 - Hai mai avuto una frattura? Fratture no ma mi sono rotta due denti.

12 - Pepsi Cola o Coca Cola? Coca cola

13 - Ti fidi dei tuoi amici? degli Amici sì

14 - Colore preferito per l'intimo: nero

15 - Misura di scarpe: dal 37 al 38 a seconda della scarpa

16 - Numero preferito: 9

17 - Tipo di musica preferita? E dai dopo quasi tre anni ormai lo sapete no?

18 - Doccia o bagno? uno di quei bagni coccolosi con oli, sali profumati da starci dentro finchè non si raffredda l'acqua.

19 - Cosa odi? Non so odiare.

20 - Come ti vedi nel futuro? Non mi vedo.

21 Da chi hai ricevuto questa mail? L'ho trovato nel blog di Laura

22 - Quale dei tuoi amici vive più lontano? Max

23 - Chi sarà il + rapido a rispondere secondo te? Non pervenuto

24 - E il più lento? come sopra

25 - Cosa cambieresti nella tua vita? Tutto a partire dal cervello

26 - Sei felice? No.

27 - Proverbio o metafora preferito/a? tu sei fuori come tutti i poggioli d'Italia

28 - Libro preferito? Troppi da elencare.

29 - Di cosa hai paura? Di morire sola, di non essere abbastanza... tutto.

30 - La prima cosa a cui pensi quando ti svegli? caffè!

31- Film preferito? Blade Runner

32 - Se potessi essere qualcun altro chi saresti? Peter Gabriel ovvio. Almeno comincerei a lavorare sul serio al nuovo disco!

33 - Cosa c'è appeso al muro della tua camera? Vari poster.

34 - Cosa c'è sotto il tuo letto? polvere, pelo di gatto e qualcos'altro che ignoro

35 - Il posto dove ti piacerebbe andare? Giappone e tutti i posti legati ai Celti.

36 - Pensi che qualcuno risponderà a questa mail? no perchè non è una mail

37 - E chi sei sicuro risponderà? Non risponderà nessuno

38 - Di chi vorresti leggere la risposta? Se avete voglia, fatelo io leggerò la vostra risposta.

39 - Profumo preferito? gelsomino, agrumi in genere.

40 - Sport preferito? dormire.

41 - Timido o estroverso? Timida in maniera patologica

42 - Soprannomi? Strega (mio fratello) Milla, pelouche, Panda (Davide e altri), Miss Darker, Stella oscura.

43 - Mare o montagna? Nessuno dei due

44 - Come ti definisci? molti modi ma non certo buoni.

45 - Hai paura della morte? No per niente.

46 - A che ora vai a letto di solito? Quando mi viene voglia di dormire.

47 - Dolce o salato? Dolce

48 - Portata preferita: Cuscus di pesce, panelle, sacher, tanto per fare un esempio

49 - Stagione: Autunno

50 - Difetti: Sono una dannata insicura e pessimista.

51 - Pregi: Ditelo voi.

52 - Cosa vuoi dire alla gente che leggerà questa mail? Se siete privi di ispirazione rubatelo pure, non mi arrabbierò di certo.

30 marzo 2008

Confronto



Allora faccio una premessa: Tom Cruise non mi è mai piaciuto. Nè come uomo, nè come attore. Detto questo possiamo andare avanti. Perchè vi faccio vedere queste due locandine? Perchè si tratta esattamente dello stesso film. Da una parte abbiamo Apri gli occhi di Alejandro Amenábar, dall'altra il suo remake più famoso Vanilla Sky di Cameron Crowe. Sia in uno che nell'altro recita Penelope Cruz nello stesso ruolo. La trama più o meno è simile per entrambi: giovane uomo di successo, che si ritrova rinchiuso in una clinica psichiatrica accusato di omicidio e con il volto sfigurato. Il ragazzo racconta la sua storia ad uno psichiatra. Li pongo a confronto e per molti punti ne esce meglio l'originale. Nell'originale la regia e l'ambientazione sono migliori, si punta molto di più sulla psicologia dei personaggi. L'originale ti conquista dentro, ti rende partecipe delle emozioni dei protagonisti cosa che non avviene nel più algido remake. C'è una scena che mi ha fatto davvero mozzare il fiato per la sua bellezza e intensità. Di Vanilla Sky posso dire che il punto di forza è la colonna sonora. Nei due film si è deciso di puntare su due assunti diversi. Nel primo c'è una costante, continua domanda su cosa sia la felicità mentre nel secondo il trailer stesso recita: "Ripensa a cosa sai su amicizia, amore, sesso, lavoro e apri gli occhi." Come se fosse tutto un'illusione. Ok, lo ammetto, sto scrivendo una serie di cose e non sono neanche tanto sicura di quello che sto dicendo. Apri gli occhi ha tirato fuori dei personali nervi scoperti di cui non ho molta voglia di parlare. Ha tirato fuori delle domande a cui non so se ho voglia di rispondere e, soprattutto, non so se ci riuscirei. Inoltre ho anche la testa altrove, mi hanno chiesto di creare un banner e viste le mie scarse capacità grafiche non so se riuscirò a creare qualcosa che possa piacere sia a me, sia a chi me l'ha richiesto. Vedremo. Mi piacerebbe sapere perchè ogni volta devo sentirmi così dannatamente insicura...

28 marzo 2008

Oh si


Ieri inaspettatamente mi è giunta questa splendida notizia. Se vi state chiedendo se ci sarò... e me lo chiedete ancora? Certo che si. Anche con 40 di febbre. Loro non si perdono. Ho anche già deciso la data ora devo solo capire come e dove prendere i biglietti, organizzarmi per il viaggio, l'alloggio. Vi ho mai detto che io adoro andare ai concerti?

25 marzo 2008

Bella scoperta




Ispirata da un commento ero indecisa se postarvi il video di Parco Sempione oppure parlare d'altro. Ho fatto una scoperta molto ma molto carina: si chiamano Devotchka e sono di Denvere. Ma per darvi una vaga idea del tipo di musica, a parte il video che vi mostro, mischiate sapientemente i Radiohead di The Bends, un pizzico di Talking Heads, a volte la voce mi ricorda David Byrne non so perchè, certe sonorità tipiche balcaniche (Bregovic vi dice nulla?) e altro ancora. Cito dal forum Rock e Dintorni: "A volte, le cartine geografiche mentono, cosi come le carte d'identità. i devotchka ne sono un chiaro esempio: vegono da denver, nel colorado, ma a sentire la loro musica sarebbe più opportuno ritenerli lituani e albanesi. il motivo? semplice, la miscela gitana della loro musica: violini, pianoforti, fiati miste a chitarre elettriche e voci da piano bar. il tutto, può alla fine risultare un folk rock mariachi di grande presa e facile fascinazione.

IL CASO:
uscito nel 2004, hot it ends? è il loro disco più famoso e per la critica il più bello, in qualche caso si è letto anche di capolavoro. "do you love me", traccia di apertura del disco è stata utilizzata per il film "Everything is illuminated", con la quale ebbero la fortuna si farsi conoscere. Negli anni, il loro show d'altri tempi si è pure permesso di accompagnare l'esizibioni fetish della modella dita von teese, ex compagna di marylin manson. In attesa di un nuovo album, l'anno scorso [2006 N.D.K.] sono tornati sul mercato con il mini album dal nome curse your little heart, dove si lasciano andare ad un'irresistibile tango nella title track. La carovana è comunque attiva sin dalla fine degli anni '90 e fino ad oggi hanno pubblicato la bellezza di 5 dischi:

* SuperMelodrama (2000)
* Triple X Tango (2002)
* Una Volta (2003)
* How It Ends (2004)
* Curse Your Little Heart (2006)

la voce di nick Urata è il vero punto di forza: croner (sentire la cover di "somethin' stupid"), più rock e spaccona e se il caso più sensuale. Una band per chi è curioso di sentire la perfetta via di mezzo alle scorribande gipsy punk dei gogol bordello alle orchetrazioni balcane di goran bregovic. Ammalianti.

Formazione:

* Nick Urata: - Vocals, guitars, piano, trumpet, theremin and bouzouki
* Tom Hagerman - Violin, accordion, piano
* Jeanie Schroder - Sousaphone, upright bass, vocals
* Shawn King - Drums, percussion, trumpet" (grazie mille minister)
P.S. di servizio per il gatto: ti ringrazio per la gentile offerta ma penso che produco già di mio abbastanza sostanze stupefacenti. Penso che tu ormai te ne sia accorta da tempo.

23 marzo 2008

Nuvole


"Vanno
vengono
ogni tanto si fermano
e quando si fermano
sono nere come il corvo
sembra che ti guardano con malocchio

Certe volte sono bianche
e corrono
e prendono la forma dell’airone
o della pecora
o di qualche altra bestia
ma questo lo vedono meglio i bambini
che giocano a corrergli dietro per tanti metri

Certe volte ti avvisano con rumore
prima di arrivare
e la terra si trema
e gli animali si stanno zitti
certe volte ti avvisano con rumore

Vanno
vengono
ritornano
e magari si fermano tanti giorni
che non vedi più il sole e le stelle
e ti sembra di non conoscere più
il posto dove stai

Vanno
vengono
per una vera
mille sono finte
e si mettono li tra noi e il cielo
per lasciarci soltanto una voglia di pioggia." De Andrè



Vanno, vengono... è così anche per le persone. Questi sono stati strani giorni per me, giorni in cui mi sono vista sotto un'altra luce. So cosa state pensando con un sorriso: "si è innamorata". Boh, non lo so, non credo, non sono mai stata molto esperta in questo campo, ditelo voi. Però ho avuto un ritorno ed è stato meno traumatico di quanto pensassi. Mi ha permesso di mettere davvero la parola fine ad una questione dolorosa. Mi ha portato luce dove questa non era presente. E mi rendo conto che le persone si presentano nella mia vita quando meno me lo aspetto e se ne vanno all'improvviso, così come sono venute. Ma tutte quante, nel bene e nel male lasciano un segno dentro me...

E ora basta fare i seri. Avete mai giocato da piccoli a dire a cosa somigliano le nuvole? Io si e di tanto in tanto lo faccio anche ora. Se ne avete voglia, nei commenti ditemi cosa ci vedete nell'immagine. Io dirò la mia dopo.

17 marzo 2008

Ricordi musicali


Si ringrazia Sergei Samus per la splendida immagine.

«Padre mi puoi dire dove se ne vanno le ore quando il tempo scorre? E' scritto nelle stelle, oltre la Via Lattea che dobbiamo bruciare di luce intensa prima di sparire?
Madre mi puoi dire dove va il fuoco quando si spengono le fiamme? "Dalla polvere al piano astrale, dove il Sole al tramonto incontra il mare, Brendan" Vivo nei fiumi dove i vecchi Dei ancora sognano di una comunione interiore con il mare aperto. Tramite l'occhio del cacciatore in cerca di una preda. Non ancora bestia, non più umano nella mia filosofia. Se non mi riconosci è semplicemente perchè sono troppo cresciuto per questi vecchi abiti. E' tempo di muoversi per te. E io sopravvivo. Le maschere che la vita ci hanno dato quando teatrino delle ombre sta per terminare...»(Trad. libera del testo di Voyage of Bran)
Navigando in quel grande portale che è myspace ho fatto una scoperta piacevole: Brendan Perry, cantante dei Dead can Dance sta lavorando ad un nuovo disco che, se la Dea vuole, dovrebbe uscire quest'anno. Penso che questo potrebbe essere un altro di quegli artisti per cui la vostra padrona di casa si muoverà per vederlo in concerto. E tra le varie canzoni che ha messo nel myspace c'è Voyage of Bran tratta dal disco The eye of the hunter. Poesia in musica e testo, cantato con una voce calda profonda e semplicemente splendida, dall'incedere suadente, elegante e il modo in cui viene suonato richiama alla mente antiche conoscenze. Ci riporta il sapore della festa della fioritura dei ciliegi a ricordarci come tutto sia così transitorio. Eppure noi ci affanniamo così tanto a organizzare e a controllare qualcosa che, per sua stessa definizione, ci sguscia dalle mani trasportato via dal vento...

15 marzo 2008

Test again

Altro test per farmi conoscere un pò e perchè come al solito al sabato e alla domenica non so mai cosa scrivere. Sto preparando una recensione di un disco bellissimo, ve ne parlerò prima o poi. Iniziamo:

[ADESSO]

SONO: A  casa

SENTO: Gregor Samsa Rent.

MI SENTO: Leggermente triste

BALLO: No.

CANTO:Non molto

PIANGO: Per ora per fortuna no

[SI O NO?]

TIENI UN DIARIO: Oltre al blog? Si certo

TI PIACE CUCINARE: Non sono capace.

HAI UN SEGRETO CHE NON CONOSCE NESSUNO: Si ce l'ho

TI MANGI LE UNGHIE: Si.

CREDI NELL'AMORE?: Boh ultimamente la mia fede è stata messa a dura prova.

[CHI E'?]

LA PERSONA PIU' STRANA CHE CONOSCI: Il gatto

LA PERSONA PIU' INCASINATA CHE CONOSCI: Me stessa vale? E poi non mi conosco molto

LA PERSONA PIU' SEXY CHE CONOSCI: Passo, ma esiste. E chi mi conosce sa chi è.

L'INSEGNANTE PIU NOIOSO CHE HAI AVUTO: Un'insegnante di matematica che non sapeva insegnare.

TI VUOI SPOSARE? Non è nel mio codice.

TI SEI MAI TATUATO? No per ora no.

TI SENTI BENE IN COMPAGNIA DEI TUOI GENITORI? Mi ci sono sentita si.

TI PIACCIONO LE TEMPESTE? Si.

[A CHE PENSI SE VEDI QUESTO NOME?]

MARTA: Non pervenuto

CLAUDIA: Una mia ex corrispondente

PAOLO: il gigante buono. Ti voglio bene tesoro.

ALEX: Nessuno

JUSTIN: Un grandissimo musicista.

DANIELE: Uno stronzo.

ELISA: Il diminutivo di mia cugina

NUMERO: 9

COLORE: Blu

GIORNATA: passata

CANZONE: Darkness Peter Gabriel

STAGIONE: Autunno

SPORT: Pattinaggio Artistico su ghiaccio

LATTE O CIOCCOLATA CALDA? Cioccolata calda

CIOCCOLATO AL LATTE, FONDENTE O CIOCCOLATA BIANCA? Fondente

[NELLE ULTIME 24 ORE]

HAI PIANTO? No ed è un record

HAI AIUTATO QUALCUNO? Spero di si.

HAI COMPRATO QUALCOSA? Sì

TI SEI AMMALATA? No

SEI ANDATO AL CINEMA? No

SEI ANDATO AL RISTORANTE? No

HAI DETTO 'TI AMO'? No

HAI SCRITTO UNA LETTERA? No

HAI PARLATO CON UNA/UN eX? Sì

TI E' MANCATO QUALCUNO? Troppe persone

HAI ABBRACCIATO QUALCUNO? Il mio gatto vale?

HAI LITIGATO CON I TUOI GENITORI? No e mi piacerebbe poterlo fare.

HAI LITIGATO CON UN AMICO/A? No

[VARIE ED EVENTUALI]

COSA VORRESTI SCRITTO SULLA TUA LAPIDE? Qui giace una che non ha mai vissuto.

COSA PENSI DEI REALITY? Roba che si mangia?

GUARDI LE STELLE? Sì

QUANDO PARLI CON UNA PERSONA LA GUARDI NEGLI OCCHI? Sì

SE TI UBRIACHI PERCHE' LO FAI? E' parecchio che è successo quindi non so.

ODI QUALCUNO? Non odio nessuno. Neanche chi mi ha spezzato il cuore. Non spreco le mie energie, è già stato fatto abbondantemente.

COSA PENSI DI FARE QUANDO SCOPRI CHE QUALCUNO TI SPUTTANA? Penso che piangerò molto

VAI IN DISCO? No.

Ovviamente fatelo se siete in carenza di idee come me. Vorrei togliermi la confusione dalla mente e dal cuore...

12 marzo 2008

Introduce yourself



Ora vi faccio la presentazione dei miei criceti mentali. Questo è quello che succede quando mi lascio prendere da vari fattori: paranoia, sconforto, depressione e chi più ne ha più ne metta. Sono graziosi a vedersi ma quando decidono di ballare, e di farlo a velocità supersonica, non ce n'è per nessuno. Perchè questo post? Primo: sono stata ispirata dalla speaker di Radio Capital che dice spesso "non siamo qui a mettere lo smalto ai criceti" espressione che suscita la mia ilarità. Secondo: vorrei sfatare un mito per quelle idiote che ancora stanno li ad aspettare, e a sperare e sospirare in attesa di una figura tanto mitica quanto inesistente: il principe azzurro. SVEGLIA DONNE: NON ESISTE! E in questi giorni mi sono resa conto che non esiste un'altra chimera non meno dannosa per la psiche femminile: la persona giusta. Se hai culo riesci a trovare una persona con cui puoi andare d'accordo su molte cose, non su tutto perchè la perfezione non è di questo mondo, se invece non ce l'hai quello che ti aspetta è una serena e pacata solitudine. Ma chi diavolo sto prendendo in giro? La solitudine è tutto tranne che serena e pacata ma sempre meglio che affezionarsi a qualcuno in maniera particolare e poi doversi frenare semplicemente perchè questo ha posato gli occhi su tutte tranne che su di te. So cosa state per suggerirmi: sarebbe meglio se passassi dall'altra parte. Però mai come in questo periodo dell'anno ho capito che mi piacciono gli uomini, cosa da non sottovalutare. E poi so che non è più facile, ci sono gli stessi casini del mondo eterosessuale. Esiste un convento di clausura per streghe? Ecco potrei farci un pensierino...

Gentile signori e signore vi abbiamo offerto il Krishel delirio in tutte le note minori possibili e immaginabili. Spero abbiate gradito lo spettacolo. Però non mi sto divertendo affatto...

10 marzo 2008

Zodiac



Ho sempre amato il cinema di David Fincher. Se vi dico Seven, Fight Club, The game vi si accende una lampadina? Sono tutti film suoi. L'unico film che ancora mi mancava di vedere era proprio questo Zodiac incentrato sulla storia di un serial killer, esistito veramente, che ha terrorizzato San Francisco alla fine degli anni '60 e di cui ancora non si sa con certezza l'identità. Il regista ha scelto di sceneggiare la storia prendendo spunto dai libri che Robert Graysmith, nel film interpretato da uno splendido Jake Gyllenhaal, ha scritto su questo assassino. Fincher decide di mettere in scena la storia di un serial killer "mediatico" in maniera asciutta secca, con uno stile che oserei dire quasi giornalistico. Fondamentalmente ci rende la storia di un'ossessione e di quello che può portare nella vita delle persone. Sono due ossessioni di tipo diverso: quella del poliziotto bruciato dalla consapevolezza di essere vicino al suo colpevole ma di non avere abbastanza elementi per incastrarlo, il suo fallimento come investigatore che brucerà per sempre. Quella del vignettista Graysmith folgorato, fascinato dal lato oscuro dell'animo umano. "Voglio guardarlo negli occhi", dice. E' la ricerca della realtà attraverso uno sguardo, finchè non lo guarda negli occhi non potrà mai credere che sia reale. E la scena in cui c'è questo incontro di sguardi vale oro. Continuo ad amare questo regista...

9 marzo 2008

Dieci anni



Quando ero bambina tu mi portavi sulle spalle e amavi asciugarmi i capelli con l'asciugamano e forti scrollate rivitalizzanti. Sono cresciuta e ti ho visto in diversi modi. Ho visto la cura con cui ti occupavi dei mobili che volevi creare, la mia scrivania, le librerie. E le urla di mamma che inorridiva alla visione dei truccioli che lasciavi in giro per casa. Era una sicurezza vederti la sera con la penna in mano e la settimana enigmistica sul tavolo. E se non conoscevi qualcosa l'andavi a cercare nell'enciclopedia. Mi hai insegnato che non ci si deve vergognare di essere ignoranti, basta essere sempre disposti a imparare e a scoprire nuove cose. L'amore per la musica che mi ha trasmesso da subito, i concerti di fine anno che puntualmente guardavi e mi hai regalato risvegli fatti musica. Se adesso sono qui a fare recensioni, lo devo anche a te. Le sere trascorse a cercare di far quadrare i conti, di far quadrare gli esercizi che non riuscivo a capire... Sono passati dieci anni da quel giorno eppure il dolore è intenso, come se fosse accaduto ieri. Mi manchi tanto tu che eri roccia per me, porto sicuro, qualcuno su cui contare e che mi amava anche se litigavamo spesso. Non avevo capito che per certi lati del carattere eravamo così simili...

Ovunque tu sia, ti voglio bene papà.

7 marzo 2008

Images



Ogni tanto mi capita di applicare il mio colpo d'occhio al lavoro. Tipo stamattina. Dovevo stampare un documento pdf (io odio i pdf sono il male assoluto per me) a pagina intera. Era un documento scannerizzato e chi l'aveva fatto evidentemente non era capace. Nessun problema. Ho copiato il documento come se fosse un'immagine e con pochi colpi sapienti di mouse l'ho portato alla dimensione giusta. E' un peccato che io non sappia disegnare perchè ho un'amore infinito per le immagini, passo delle ore a scegliere quelle che poi finiscono qui dentro e nelle ombre. E se non trovo quella giusta non scrivo proprio. E mi capita a volte di entrare in blog attirata dalle immagini che gli autori mettono. Non mi sto assolutamente preparando per il concerto di aprile. Nè psicologicamente, nè come musica. Sto in ossessione da fantasmi e chi mi conosce sa che, quando avviene, non riesco ad ascoltare altro. Nonostante questo ci andrò perchè ho un'infinita voglia di incontrare alcune delle persone che so saranno lì...

4 marzo 2008

Fantasmi



Io amo Michael Trent Reznor, lo amo dal più profondo del cuore. Mi ha fatto la sorpresa di Pasqua anticipata. Non sono impazzita praticamente la vera notizia è questa (tratta da rockstar.it):
Il gruppo di Trent Reznor ha finalmente concluso le registrazioni di un nuovo capitolo nella storia dei NIN:« “Ghost I-IV”.
Si tratta di un album strumentale registrato durante l’autunno del 2007, e come promesso dallo stesso Reznor, si tratta del primo album gratuito realizzato dalla band: è possibile scaricare la prima parte del disco composta da nove brani andando sul sito del gruppo, per le restanti 27 (si tratta di un album con 36 canzoni) dovrete tirare fuori solo 5 dollari.
“Ghost I-IV” seguirà la stessa strada di “In Rainbows” dei Radiohead, infatti, dall’8 aprile darà disponibile anche una versione fisica del disco distribuita negli Stati Uniti dalla RED Distribution; ma non solo, per l’occasione Reznor ha deciso di organizzare una vera e propria celebrazione della sua musica creando varie pubblicazioni del disco.
Oltre all’anteprima gratuita e al download completo a soli 5$, “Ghost I-IV” sarà disponibile anche nelle seguenti versioni:

    * 2xCD: con un booklet di 16 pagine; al momento dell’ordine potrete scaricare i brani in qualità CD e un PDF di 40 pagine. I CD saranno spediti solo dopo l’8 aprile: costo 10$.
    * Deluxe Edition: una confezione con un libro fotografico, i due CD, un DVD multi traccia da utilizzare per comporre remix e un DVD Blu-Ray con stereo a 24 bit 96Khz: costo 75$
    * Limited Edition (nella foto): 4 vinili da 180 grammi, i 2 CD, il DVD multi traccia, il DVD Blu-Ray, il libro fotografico e due stampe ‘artistiche’ di “Ghost I-IV”: costo 300$ (disponibili solo 2.500 pezzi autografati)
“Volevo fare un disco del genere da anni” ha spiegato Reznor “A causa della sua natura non avrebbe avuto senso pubblicarlo prima.
Questa collezione di musica è il risultato di un lavoro realizzato dal punto di vista visivo, abbiamo vestito luoghi e scenari con la musica: è una colonna sonora per chi sogna a occhi aperti.
Sono molto fiero del risultato e di come siamo riusciti a proporvelo direttamente senza interferenze”.
“Ghost I-IV” ha avuto un tale successo che ha obbligato i NIN ad ampliare la rete di server dove poterlo reperire; il disco (le prime 9 tracce) è disponibile anche su BitTorrent ed Emule.» Secondo voi mi potevo far sfuggire questa ghiotta novità? Nah. Dopo un giorno passato a combattere contro link fasulli e spacchettamenti assurdi alla sera sono riuscita a mettere le mani a questo piccolo capolavoro. La prima impressione che ne ho ricevuto è che Reznor ha intinto la penna musicale nell'inchiostro più nero esistente dell'universo e ci ha reso un'opera che più oscura non si poteva. Atmosfere malate, malatissime, una vera e propria mazzata emotiva. C'è molta sperimentazione sonora, una pulizia e bellezza del suono formidabili. Più e più volte mi ha sorpreso e stupito e sconcertato. E molte volte mi ha fatto arrabbiare perchè c'era materiale per un ottimo disco di canzoni. Ma va bene così, lui vuole giocare con la sua arte e la sua musica e ci riesce benissimo. Ci sono molti brani con il pianoforte, c'è anche molta chitarra, a volte mi sono ritrovata a fare headbanging. Da ascoltare rigorosamente in cuffia e sparato: vi sarà più facile cogliere la complessità e la ricchezza di suoni che costituiscono i vari brani. Dea quanto amo quest'uomo... Grazie! Grazie!
P.S. Fermate la musica. Il video che ho messo li sopra è uno degli estratti che girano su youtube.

3 marzo 2008

Lies


"Dimmi che il dolore non farà più male
dimmi che la pioggia oggi non cadrà
dimmi che qualcuno fermerà la guerra
che il conto da pagare non arriverà

mentimi mentimi mentimi
voglio un'altra bugia
voglio che sembri vera
qualunque sia
mentimi mentimi mentimi
voglio un'altra bugia
voglio un lieto fine
comunque sia

Dimmi che lavoreremo un po' di meno
dimmi che staremo meglio di così
che non correremo dietro ad ogni treno
solo per trovarci ovunque ma non qui

mentimi mentimi mentimi…
voglio un'altra bugia
voglio che sembri vera
qualunque sia
mentimi mentimi mentimi
voglio un'altra bugia
voglio un lieto fine
comunque sia

Dai, dimmi ancora che
il mondo è bellissimo intorno a me
col verde degli alberi
le rose che crescono
disegna le nuvole
come sai fare tu

Dimmi che il dolore
non farà più male
dimmi che la pioggia
oggi non cadrà

mentimi mentimi mentimi…
voglio un'altra bugia
voglio che sembri vera
qualunque sia
mentimi mentimi mentimi
voglio un'altra bugia
voglio un lieto fine
comunque sia." La Crus.