1 maggio 2008

Oh Yes!



Scusami Spirit se ti sputtano il gioco ma questa notizia non posso tenermela per me. E' uscito il nuovo libro di Nick Hornby!! E non sapete quanto sono contenta. Sentivo davvero la mancanza di quest'autore. Per chi non lo conosce: Dopo aver frequentato la Maidenhead Grammar School, Hornby ha studiato inglese presso il Jesus College di Cambridge. Inizialmente ha lavorato come insegnante, per poi lasciare questo impiego e divenire giornalista freelance e poi romanziere.

La fama di Hornby ha avuto inizio con il libro autobiografico Febbre a 90°, che narra la storia della sua vita come tifoso dell'Arsenal; a questo sono seguiti i romanzi di grande successo Alta fedeltà, Un ragazzo, Come diventare buoni e Non buttiamoci giù. Hornby ha scritto anche dei saggi, in particolare sulla musica pop. Nel 2003 ha pubblicato 31 Canzoni, raccolta di saggi su 31 canzoni e album da lui scelti, da mostri sacri come Bruce Springsteen e Bob Dylan ad artisti del circuito indipendente come Ani DiFranco, da artisti pop da classifica come Nelly Furtado, a canzoni note soltanto a Hornby stesso. Scrive una rubrica di recensioni di libri per la rivista statunitense The Believer, in Italia queste rubriche sono pubblicate dal settimanale Internazionale. Una raccolta di questi articoli è stata poi pubblicata in Una vita da lettore, edito da Guanda nel 2006. (Informazioni tratte da wikipedia). Perchè amo questo scrittore? Semplice: lui sa ritrarre le passioni umane con uno stile davvero impareggiabile. Ha scritto in 31 canzoni l'ode più bella che si potesse scrivere su Dea Musica e penso che questo libro lo debbano leggere tutte le persone che, come me, la amano alla follia. Ma ha saputo anche ritrarre con rara maestria l'ossessione per qualcosa: nel suo caso il suo tifo per l'Arsenal. E potrei continuare all'infinito a parlare di lui. Insomma questa è quella che io chiamo una bella notizia. Spero si sbrighino alla Berio ad acquistare questo libro. Domani vado a fare la segnalazione personalmente.

Nessun commento: