24 aprile 2009

Suoni siderali


Si ringrazia il Violation Forum per la splendida immagine. Trovate il link a destra nell'angolo forum.









Come avrete capito dalla presentazione di lusso che vi ho fatto in questi giorni, i Depeche Mode sono tornati sul mercato discografico con una nuova opera chiama Sounds of the universe.  Esistono quattro versioni di questa opera: cd normale, cd + dvd, due vinili più un cd e il bellissimo Deluxe Box set che contiene, tra le altre, cose quattro inediti - di cui uno strumentale -  e diversi brani del passato versione demo. "Questo sarà il nostro disco più vintage" Dichiara Martin Gore nelle interviste fatte per pubblicizzare il disco e c'è da crederci. E' un disco elettronico vintage vero però, i suoni sono riprodotti con strumentazione tipica del passato ma con una qualità del suono moderna. Per non parlare poi della consapevolezza con cui vengono utilizzati da Martin nel processo creativo. Il primo brano del disco è In chain un blues moderno carico di passionalità. In questo disco ci sono tutti i colori, tutti i sentimenti e sia musicalmente, sia nei testi anima e materia si fondono in un perfetto equilibrio. Volete degli esempi? Little soul: "My little soul will leave a footprint." Troviamo le abrasive Wrong, il singolo apripista, a cui è associato un video veramente oscuro e inquietante, - e chi non si è mai sentito sbagliato una volta nella vita? - e Come Back che ho cercato di presentarvi al meglio. Secondo me su questa un illustre collega sta prendendo dei serissimi appunti musicali. Nello stesso disco c'è il favoloso canto di gioia dell'animo umano chiamato Peace. Questa è la perla, è la canzone più bella, più intensa, con il ritornello il cuore spicca il volo; l'elegantissima Jezebel che richiama alla mente echi dal passato della band di Basildon. Potrei continuare a parlarne per ore di questo disco e non mi stuferei mai. E' un'opera matura, consapevole. L'opera di una band con quasi trent'anni di onorata carriera ma è anche il risultato, l'espressione di uomini con un'esperienza di vita vissuta in maniera a volte anche eccessiva e distruttiva. I segni lasciati ci sono ancora e si possono sentire qua e là riecheggiare nei suoni siderali che hanno deciso di trasmetterci. Grazie ragazzi. Grazie per quest'infinito regalo che ci avete fatto.

The way you move.  Is mesmerizing.
The way you move. Is hypnotizing....

4 commenti:

LauraGDS ha detto...

il post lo leggo dopo, prometto: ma in questa foto erano un botto più giovani!

krishel ha detto...

Non saprei dirti di che epoca è questa foto. Proviene dalla serie di foto presenti nel box set, scannerizzate da uno del forum.

GidanRazorblade ha detto...

a quanto leggo, mi sa che Wrong era di piglio ironico...

(mi han finalmente rimandato la password... ASD)

krishel ha detto...

Wow! C'è una frase in Wrong che per un attimo me l'ha fatto pensare.