30 agosto 2009

La via dei Tarocchi



La via dei tarocchi (La Via del Tarot) è un'opera del cileno Alejandro Jodorowsky e di Marianne Costa pubblicata per la prima volta in spagnolo nel 2004. L'opera intende offrire un'interpretazione generale delle 78 carte degli Arcani maggiori e Arcani minori basandosi sull'edizione dei Tarocchi di Marsiglia restaurati da Philippe Camoin e lo stesso Jodorowsky. Il restauro di questo mazzo di carte, si può definire un'opera composita, originale. I due maestri cartai, difatti, hanno analizzato e studiato decine e decine di antichi giochi di Tarocchi, confrontandoli tra loro anche grazie all'ausilio delle moderne tecniche informatiche, dando origine ad un gioco, il gioco di Tarocchi Camoin-Jodorowsky, che ridona l'antico e sepolto splendore di questo meraviglioso strumento. Criticando buona parte dell'interpretazione tradizionale dei Tarocchi, Jodorowsky e Costa tentano di innovare la disciplina divinatoria e l'approccio ai simboli, riuscendo ad attuare una sintesi originale. La via dei tarocchi è suddivisa in varie sezioni, la prima delle quali tratta della struttura e numerologia dei Tarocchi; si passa poi ad esaminare gli Arcani Maggiori singolarmente considerati (simbologia, ipotesi di interpretazione in una lettura e una breve sezione in cui a prendere la parola è la carta stessa); ulteriori capitoli sono dedicati agli Arcani Minori (simili alle carte numerate dei comuni giochi) e una serie di Arcani ritenuti in relazione tra sé a coppie. Infine Jodorowsky e Costa affrontano la metodologia per mettere in pratica una lettura divinatoria dei tarocchi, dai primi passi fino all'uso di dieci e più carte. (wikipedia). Mi sono accostata a questo libro con una sorta di curiosità e reverenza. L'autore è una persona assolutamente poliedrica. Attore, regista, scrittore, poeta... insomma uno che artisticamente non si è fatto mancare proprio nulla. Ero a conoscenza del fatto che lui divinasse le carte in maniera gratuita e mi era pure giunta voce che aveva costruito un suo personale mazzo di tarocchi. Quest'ultima voce era solo leggermente diversa dalla eraltà. Sto leggendo il libro con molta passione e attenzione. Perchè i cosiddetti tarocchi classici non mi hanno mai parlato totalmente. E' un libro interessante mostra in maniera evidente la ricchezza spirituale e onirica di quest'uomo. In un capitolo descrive con cura di particolare un suo sogno e poi ne offre anche la sua personale interpretazione. E per chi ama e cerca di conoscere sempre di più il campo dell'interpretazione onirica questo è una delizia. Consigliato solo se conoscete già la tradizione dei tarocchi precedente e volete aprirvi ad un altro campo interpretativo.

6 commenti:

Riyueren ha detto...

Ma che meraviglia! Ma dove li vai a pescare, tutti questi libri? Questo m'interesserebbe proprio...
Un abbraccio.

krishel ha detto...

L'ho trovato in biblioteca alla Berio. Quando lo consegno lo potrai prendere anche te.

Lindadicielo ha detto...

Non so nulla dei tarocchi, buio totale.

Zhuliya ha detto...

Sapevo di lui, che è praticamente un guru in materia. I Tarocchi m'affascinano ma non ho mai approfondito, vorrei leggere qualcosa un giorno (soprattutto quando ho scoperto che Gravity's Raibow può essere letto proprio come un mazzo di tarocchi!). Mi piacerebbe molto farmeli leggere, ma a gratis naturalmente. ;)

krishel ha detto...

@Linda in teoria anche io ne so proprio poco. Si impara strada facendo se ti comunicano qualcosa.
@Giulia tempo fa divinavo le rune per gli amici. Adesso non so cosa sia successo ma il legame si è spezzato. Forse potrei riprendere a farlo ma non so cosa ne verrebbe fuori.

Zhuliya ha detto...

Uhm...io l'ho preso in biblioteca, mi sembrava una buona introdizione al mondo dei Tarocchi, gli altri che ho sfogliato mi sembravano troppo superficiali o "esoterici".
Mi sbaglio?