28 settembre 2009

Nuovi micini sul pianeta Terra...



Un sms di oggi mi annuncia che è nata la figlia di una mia carissima amica, nonchè insegnante di html, nonchè persona davvero preziosa. E quindi con questa tag che annuncio la sua nascita. Si lo so, so che sapete del mio disamore verso la vita e dei miei problemi con le nascite. Però so che LauraGDS ama la vita e soprattutto ama questa nuova vita che le è nata. E quindi sono contenta per lei e per la piccola che, so già da ora, avrà due genitori splendidi.

27 settembre 2009

Oh well...



Quello che vedete li sopra è il mio autoregalo di compleanno. E' già stato debitamente riempito di musica e ora aspetto solo che si carichi la batteria. Perchè si carica tramite porta usb e non tramite corrente elettrica normale. Devo vedere se sul sito c'è un modo per ovviare a questa cosa. Vedremo. Intanto mi godo il mio gioiellino e il fatto che da domani sono di nuovo ufficialmente me stessa con la musica alle orecchie. E che diamine ci stavo davvero sclerando. Il compleanno è andato tutto sommato bene nonostante il mio umore di fondo non fosse proprio dei migliori. L'ho sempre detto e lo ripeto: io ho bisogno di non pensare.

25 settembre 2009

E come ogni anno...


E come ogni anno post dedicato al compleanno! Quest'anno festeggio in maniera etnica: stasera cena al ristorante peruviano con Davide e domani sera cena cinese con le mie amiche. Direi che di meglio non potrei chiedere. Volendo si ce ne sarebbero di cose che potrei volere ma ho deciso che per oggi sono bandite, paturnie, tristezze et similia. Allora per essere chiario io oggi compio la bellezza di 36 anni. Non li sento per niente oscillo da sentirmi una ragazzina a sentirmi decrepita. Fate voi.  E ora missione autoregalo, vediamo se riesco a mettere di nuovo le mie luride zampacce su un lettore come la Dea comanda...

22 settembre 2009

Autunno


Tag realizzata seguendo tutorial trovato qui.

Chiariamo una cosa: non seguo mai il calendario per quanto riguarda le stagioni preferisco affidarmi a quello che sento. E se c'è una cosa che ho sempre sentito forte è l'arrivo dell'autunno. L'autunno è la mia stagione di elezione visto che in pratica ci sono nata ed è la stagione che più mi rappresenta. E' il periodo dell'anno in cui solitamente mi sento più a mio agio, più calma, più a casa. E' un richiamo fortissimo quello dell'autunno. Ogni anno puntualmente arrivo vicino al mio compleanno e non so che fare. Arrivo vicino a quella data e non ho voglia di celebrarlo. Forse perchè mi guardo indietro e penso di non aver fatto nulla o di non aver lasciato il segno. Quest'ultimo da un po' a questa parte è rientrato. Mi sono resa conto che anche se non voglio accade. E in materia interpersonale sono un po' goffa ma non sono una cattiva persona. Ma il resto rimane. Quest'anno è tutto faticoso, decisioni da prendere e sono stanca dentro. Pensavo di riuscire a salvare qualcosa e invece mi sono resa conto che chiedo troppo a me stessa e che sono troppo dura. I miracoli ancora non sono di dotazione. Sono esausta, sfibrata psicologicamente. E il brutto è che non ho nessuno con cui parlarne. Nessuno di vicino intendo. Mio fratello neanche mi guarda in faccia tra un po'. Mia sorella, boh, è lontana. Le mie amiche minimizzerebbero come al solito. O mi direbbero vai avanti che non sei la sola a stare così. Lo so ma questo non mi consola. Ho semplicemente bisogno di chiudere gli occhi e magari avere qualcuno che prende le decisioni al posto mio. Perchè al momento non ho forza per niente. A Riyu: ho letto il tuo post sulle voci e sul fatto che sono lo specchio dell'anima. Ultimamente la mia voce si è affievolita, è quasi un sussurro e si forse è perchè ho sofferto di raucedine ultimamente. Però temo ci sia anche qualcos'altro...

18 settembre 2009

Everyman


«Il destino dell'"Everyman" di Roth si delinea dal primo sconvolgente incontro con la morte sulle spiagge idilliache delle sue estati di bambino, attraverso le prove familiari e i successi professionali della vigorosa maturità, fino alla vecchiaia, straziata dall'osservazione del deterioramento patito dai suoi coetanei e funestata dai suoi stessi tormenti fisici. Pubblicitario di successo presso un'agenzia newyorkese, è padre di due figli di primo letto, che lo disprezzano, e di una figlia nata dal secondo matrimonio, che invece lo adora. E l'amatissimo fratello di un uomo buono la cui prestanza fisica giunge a suscitare la sua più aspra invidia, ed è l'ex marito di tre donne diversissime tra loro, con ciascuna delle quali ha mandato a monte un matrimonio. In definitiva, è un uomo che è diventato ciò che non vuole essere. »(da ibs) E' un libro molto fisico, incentrato sul corpo umano, sulla sua caducità. La percezione che ho avuto di questo libro è che fosse l'espressione pura delle riflessioni dell'autore sulla vita e sulla morte. Philip Roth ha 74 anni quando scrive questo libro e si sente tutta l'inesorabilità del tempo che passa, degli errori umani fatti, dei rimpianti, del passato che non può più tornare. Ma anche della vita che va avanti, nonostante tutto.
Ogni tanto mi soffermo a leggere i commenti dei libri soprattutto in siti come ibs ed è curioso come ognuno veda a modo proprio un'opera a volte elogiandola, a volte stroncandola. Ho letto anche molte recensioni di questo libro ma nessuna mi ha soddisfatto pienamente. C'erano quelle che si soffermavano sul curriculum di Roth, che è impressionante davvero, altri invece che si soffermavano su altri particolari del libro. Non che fossero scritte male o incomprensibili o troppo lunghe. Semplicemente non erano scritte secondo la mia personale chiave di lettura.

16 settembre 2009

It seems...


Si ringrazia Artemis per la splendida immagine.

Sembra che i problemi che affliggevano Splinder in questi giorni fossero dovuti a una revisione. Avercelo detto prima uno sopportava meglio. Ora è tutto più comprensibile e pare che funzioni tutto a dovere. Pare perchè ormai sono abituata a essere smentita in tempo reale. A parte questo Madre Natura quest'anno ha deciso di anticipare l'arrivo dell'autunno e come ogni anni io mi ammalo con i primi freddi. Vi sto scrivendo praticamente cotta dal raffreddore. Mancano meno di una decina di giorni al mio compleanno e non ho la più pallidaa idea di cosa fare. L'unica cosa che so è il regalo che mi voglio fare. Sto leggendo un libro molto bello di Roth e ve ne parlerò a tempo debito ossia quando l'avrò finito. E per il resto... per il resto tutto va esattamente come deve andare.
Everyday is exacty the same...
P.S. Rifunziona anche l'anteprima!! Bentornato Splinder...

15 settembre 2009

Il giorno in più.


Sveglia, caffè, tram, ufficio, palestra, pizza-cine-letto. Giornate sempre uguali, scandite da appuntamenti che, alla fine, si assomigliano tutti, persi nel cielo grigio di una metropoli che non sa più sorridere. È la vita di Giacomo, uno che non si è mai fatto troppe domande, che è andato incontro agli avvenimenti rimanendo sempre in superficie. Un giorno, però, Giacomo incontra sul tram una sconosciuta, e se la ritrova davanti il giorno dopo, e quello dopo ancora. Per mesi. E così, quelle tre fermate lungo il tragitto per andare in ufficio diventano un appuntamento importante della giornata. O meglio, diventano "l'appuntamento". Ma la sconosciuta ha un destino che la porterà lontano, in un'altra città. E Giacomo? Lui per la prima volta nella vita decide di non rimanere in superficie, di prendersi anche il rischio di diventare ridicolo, e parte all'inseguimento di un sogno. È l'inizio di un gioco, incredibile e coinvolgente, che improvvisamente sarà interrotto, e che porterà i due fino a un punto di non ritorno, per scoprire se vale la pena, nella vita, di giocare fino in fondo. (trama presa da ibs) Non ho capito. Non ho capito se questo libro non mi è piaciuto perchè è brutto o banale o che oppure perchè non sono nel periodo giusto per apprezzare una storia come questa. Mi è sembrato tutto così forzato e così tirato. Fino alla fantasia della tipa nel tram ci poteva pure stare. E' capitato anche a me osservare uomini che percorrevano un tratto di strada con me tutti i giorni sul bus e chiedermi chi è, cosa fa nella vita, che lavoro etc etc... Ma poi il resto mi è sembrato tutto irreale. Una favola per chi davvero vuole credere. Mi chiedo però se invece non fosse il periodo che sto vivendo a farmi vedere quella storia così, forse una me diversa avrebbe apprezzato il libro e la storia, chissà. Perchè alla fine poi il libro si lascia leggere bene, scorre via bene. Però non so c'è qualcosa che non mi ha convinto.
P.S. Questo post verrà scritto e pubblicato su doppia piattaforma ossia Splinder e Blogspot. Sto cercando di decidere cosa fare per continuare quello che ho sempre fatto da quattro anni a questa parte: scrivere.

Buon compleanno blog...



... in ritardo di quattro giorni. Va beh fa lo stesso. L'immagine che vedete non è altro che un mio banalissimo collage delle testate che ho avuto nel corso di tempo in cui ho tenuto il blog. Il primissimo template non me lo ricordo nemmeno a dir la verità tanto era banale.  Il dieci di settembre era il mio quarto compleblog. Ossia quattro anni in cui ho vergato pensieri, parole, sentimenti in questi lidi. Francamente non so cosa dire per celebrare questa data. Ho già detto tutto nei post precedenti.  Quando ho iniziato non pensavo neanche che sarei arrivata fin qui e che avrei avuto una sorta di pubblico, ossia gente disposta a leggere le cavolate che scrivo. Ma è successo. Forse alla fine qualcosa di buono da dire devo pure averlo. Arriva la stagione più tiepida e come al solito sono alle prese con il mal di gola. Ormai tutti gli anni è così e ogni anno la cura è sempre la stessa: caramelle balsamiche e tisane fatte appositamente da me per lo scopo. Stanotte inoltre non ho dormito per niente. No Birillo non centra anzi penso che anche lui abbia dormito esattamente tanto quanto me. Si è scatenato un temporale di quelli intensi con tanto di tuoni fortissimi. Ero nervosa e non sono serviti a molto i tappi per le orecchie di cera. Ora sapete che vi dico? Chiudo tutto mi stendo e cerco di recuperare almeno un paio d'ore di sonno. Tanto stasera non devo nemmeno cucinare.

P.S. Vediamo se anche stavolta sto post verrà pubblicato due volte. E' tutta la sera che cerco di cancellare un doppione con la conseguenza che mi sono trovata cancellato anche il post che volevo tenere.  Non appena trovo un modo per modificare un template in css abbandono baracca e burattini qui in splinder e me ne torno su blogspot.  E chi si è visto si è visto. Quattro anni fa non era così...

13 settembre 2009

Bagno di folla









Vengo da due serata di bagno di folla. Due notti bianche che entrambe hanno portato delle sensazioni molto piacevoli. Mi sono ritrovata nel reparto bambini della Oviesse a lustrarmi gli occhi sui vestitini e quant'altro fatti per neonati. Ogni tanto è bello immergersi e  ho notato che c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Inoltre facevano persino delle dimostrazioni di tango e sono rimasta profondamente colpita da una signora vestita... io non sono capace di descrivere l'abbigliamento. Ma sembrava scesa da altri tempi, da un altro universo. Era un incanto a starla vedere così elegante con il diadema tra i capelli e i guanti scuri alle mani. Ieri sera invece quello cittadino e ho potuto primo togliermi uno sfizio: una birra russa rossa come si deve. E poi, e poi un ritrovamento assoluto, quasi piangevo di commozione: il disco Ba ba ti ki di do dei Sigur Ros. Chi legge questo blog da tempo sa che valore ha quel pezzo per me, sa che ricorre spesso soprattutto quando ho bisogno di innocenza. E ora ho il cd. Ce l'ho fatta finalmente, quasi non ci credo. Ora ritorno alla mia quotidianità fatta di chattate, di cucina e altro ancora...

11 settembre 2009

Auguri!!!!


Tutorial trovato su Mai dire grafica personalizzato per l'occasione da Krishel.

Visto che da quest'anno mi cimento in modifica e creazioni grafiche ho voluto augurare un buon compleanno  a una persona speciale in modo diverso dal solito. Laura se poi vuoi l'originale non ridotto fai un fischio che te la spedisco via mail. Stasera vado con delle mie amiche alla prima delle due notti bianche genovesi. La prima quella di quartiere che avverrà l'11 settembre, l'altra domani con Davide. Spero tanto che non andrà a finire come l'anno scorso. Mancano all'incirca due settimane al mio compleanno e non ho la più pallida idea del fatto che lo festeggerò o meno e come e con chi. Ma per me non è mai stato un problema questo...

9 settembre 2009

Basta!!


Come dice il cartello, che è provvisorio perchè l'ho fatto in due secondi e con un programma grafico poco versatile, cerco una piattaforma per blog che funzioni e che posso personalizzare senza dover essere un genio dell'informatica. Una piattaforma che contempli l'uso di html rudimentale, perchè solo quello so cambiare e che:
a) quando decidi di pubblicare un post non devi aspettare delle ore per vedertelo sul blog ma lo vedi subito
b) che tu possa fare l'anteprima senza rischiare di perdere il post che hai appena scritto
c) che tu possa fare l'anteprima dei commenti in modo che se vedi che hai scritto una cazzata puoi correggere subito l'errore.

Insomma ultimamente splinder ha messo a durissima prova la pazienza di noi utenti senza dare spiegazione alcuna di quello che sta succedendo.  Mi chiedo: possibile che non ci sia un cane su tutta la piattaforma disposto a prenderne le redini e mettere fine ai mille disservizi? E non oso pensare la rabbia di quelli che diversamente, da me, hanno pagato qualcosa per avere qualcosina in più e subiscono lo stesso trattamento. Io vorrei migrare ma non so dove e non ho molte conoscenze in campo di linguaggio. Mi date una mano? Grazie.

P.S. A scanso di equivoci: sono un utente a gratis di Splinder e in teoria dovrei stare zitta e non lamentarmi delle disfunzioni della piattaforma solo perchè questo spazio mi viene regalato. Peccato che lo stesso trattamento che subiamo noi utenti normali da parte della redazione lo subiscono anche i detentori dei blog Pro. E li ti girano un pochino di più perchè paghi per qualcosa che non hai. Il fatto che questo spazio ci viene regalato non autorizza però a chi l'ha aperto di lasciarlo andare in malora o di non rispondere a chi ti chiede cosa sta succedendo.

7 settembre 2009

Legge di Krishel sulla grafica


Tutorial eseguito secondo lezioni di Nuvola Bianca Grafica.

La vedete questa immagine? Ecco questa immagine mi ha fatto coniare una legge personalissima sulla grafica. Se state affrontando una creazione noiosa o laboriosa o semplicemente difficile e vi siete dimenticati di salvare passaggio per passaggio il programma con cui state graficando crasherà sicuramente facendovi perdere tutto quello che avete fatto fino a quel momento. E' quello che è successo a me ieri pomerigggio mentre stavo facendo quest'immagine. I nervi che mi sono venuti che non vi dico. Non ho toccato più il programma fino a sera. Poi rinconciliatami con il programma e con i miei nervi ho ripreso. Ma secondo me quella che avevo fatto prima era migliore.  Non so perchè qualcosa qui non mi convince del tutto. Come avrete capito non ho molte novità di cui parlarvi. Venerdì pomeriggio sono stata dalle mie amiche genovesi. Sono inqualificabile: ho amici negozianti e non ho pensato subito a loro per le scatole. Pazienza. Ho passato un pomeriggio un po' diverso dal solito a chiacchierare, a respirare l'aria del negozio pieno di gente che va e che viene. Un po' mi manca a dir la verità.  Birillo guarda curioso le scatole, non ha capito cosa sta succedendo e un po' ci vuole giocare. Lui le adora. Come tutti i gatti penso...

4 settembre 2009

Could be blue





A volte basta poco per creare un video di sicuro effetto. E' il caso dell'ultimo video dei Coldplay Strawberry Swing tratto dal disco Viva la vida. Stamattina ho sentito che ne parlavano alla radio e dicevano che il testo ha una duplice interpretazione: da una parte c'è l'innocenza dei bambini e la loro fantasia, dall'altra invece la storia di un soldato che sta per partire per la guerra. E' il terzo giorno che mi fanno male le mani ma penso che sia frutto del fatto che sto spostando scatole e scatoloni su e giù. Ogni tanto mi fermo per far riposare la schiena. Ginnastica gratis! Che cosa voglio di più? Per il resto mi sto curando con la musica. Dolenti note... ho bisogno di un lettore. Quello che avevo si è rotto nel punto dove c'è il jack della cuffia. Immagino che se provo a chiedere a qualcuno se me lo riparano mi dicono che mi conviene di più prendermene uno nuovo. Ecco se volete un'idea regalo per il mio compleanno, e ormai siamo vicini, questa potrebbe essere una. Mi raccomando dai 10 gb in su. Va a finire che mi faccio l'autoregalo di compleanno anche se non potrei nemmeno permettermelo, però al diavolo alla fine dei miei giorni non mi potrò certo portarmi dietro i soldi e vi confesso sto lievemente diventando matta priva come sono della mia dose giornaliera di musica.  Ne ho bisogno. Soprattutto adesso che non me ne va bene una manco di striscio...

3 settembre 2009

Last days...


Guardate questa immagine e avrete una minima idea del casino che c'è ora in ufficio. Come ho annunciato diverso tempo fa l'ufficio di Genova chiude e io sto in pratica impacchettando tutto perchè possano spedirlo da qui alla sede centrale. Me la sto prendendo comoda a dir la verità perchè sono giorni che la schiena mi pizzica in modo esagerato e alzare scatole piene di documenti e simili non è esattamente salutare per la schiena. E per sovrammercato aggiungo anche un dolore infinito alle mani che mi rende difficile eseguire i lavori normali e persino di digitare alla tastiera e graficare come Dea comanda. Stamattina ho pensato: sono fortunati che sono appassionata di grafica e che per emergenza ho saputo risolvere una piccola modifica di una testata. E' da quando lavoro qui che ne ho fatto mille di sti salvataggi di culo a iosa. Per il resto continuo come al solito. Medito di trasferire il pc e la pv in camera mia dove almeno una presa funzionante ci sarebbe. L'unico problema è la presa telefonica e devo informarmi su dei modem senza fili se potrebbero fare al caso mio. Visto che finora mio fratello non si è sbattuto più di tanto per ripristinarmi una presa. Altra riprova del fatto che le cose tecniche me le devo gestire da sola: si sono fulminate le luci della cappa in cucina. Indovina chi è che ha smontato il tutto per cambiare la lampadina? Indovinato. Tranquilli niente dubbi, nè traumi. Semplicemente solo un po' di amarezza.

1 settembre 2009

Evviva! Evviva!



Solitamente io odio il rosa ma questa tag era talmente delicata e il rosa usato per niente zuccheroso che mi sono decisa a provare a farla. Il risultato è abbastanza soddisfacente per me. L'evviva è per il fatto che sono passata di livello successivo nel forum dove prendo lezioni di grafica. Riuscendo anche a superare un mio piccolo personale limite ossia, per chi sa, la creazione di un blinkie. Ho dato una piccola occhiata alla nuova sezione e devo dire che già si comincia belli tosti con animazioni incorporate anche. Glom. Vedremo. Dico sempre che le animazioni per me non sono un problema...Per il resto niente di nuovo sotto il sole. Il libro mi sta impegnando moltissimo e mi ha fatto venire voglia di riprendere in mano dei tarocchi.  Per certi versi è pure stancante. Ho notato che ci sono dei particolari degli arcani che lui non descrive e che io noto. L'aveva detto in prefazione: l'interpretazione così come il riconoscimento dei simboli non è univoca. Altro? No, non c'è molto da dichiarare alla fine.
P.S. Visto che io odio il furto grafico e lo odio ancora di più da quando mi ci sono messa anche io a creare d'ora in poi tutte le immagini che faccio seguendo dei tutorial diversi da quelli del forum di Nuvola saranno indicati con tanto di link. Quindi per iniziare: immagine creata da me seguendo un tutorial dal nome Ombre soffuse trovato nella sezione medi di Hobbygrafico.it. Ho semplicemente sostituito la scritta che recitava Auguri con un semplice buona serata.