7 dicembre 2009

Nothing's impossible...






Ho passato un pomeriggio in compagnia delle mie amiche a guardare vetrine, a vedere le decorazioni natalizie. Sapete questo è un periodo dell'anno in cui i ricordi mi agguantano ancora più ferocemente del resto dell'anno. Però riesco a tenere a bada i miei fantasmi quando sono in mezzo alla folla e non devo pensare troppo. Arrivo a casa e tutto mi ripiomba addosso. Accendo la televisione e il telegiornale che vomita addosso il solito orrore quotidiano e divento stanca, improvvisamente. Accendo facebook, faccio il giro dei blog e divento sempre più stanca. Il mondo è di chi sa lottare, di chi ha il piglio aggressivo, di chi mostra un lato di cattiveria. E mi rende ancora più stanca l'ipocrisia che ci sia un periodo dell'anno in cui tutti sono puiù buoni. Palle. Imparate a raccontare la verità se ci riuscite, se ne siete capaci. Mi piacerebbe imprare a non sentire più il graffio nel cuore, a pensare di meritarmi un complimento quando me lo fanno, a non piangere calde lacrime quando vedo dei poveri innocenti picchiati da chi evidentemente ha sbagliato mestiere nella vita. Vorrei continuare a credere che quello che mi hanno insegnato abbia ancora un valore da qualche parte nel mondo. Niente è impossibile no? Even the stars look brighter tonight, nothing's impossible. Anche le stelle sembrano più brillanti stasera, nulla è impossibile...

2 commenti:

Riyueren ha detto...

Io invece sono andata in giro da sola (non che la cosa mi facesse piacere, anzi...). Se c'è un qualcosa che mi dà fastidio è quella finta armosfera natalizia, (non che gli altri giorni dell'anno siano più veri, eh?) che pervade tutto.
Cerco anch'io di non spegnermi, sai? Ma tanto, in mezzo a tutte queste luminarie, pensi che qualcuno se ne accorgerebbe?

Riyueren ha detto...

oops, volevo scrivere "atmosfera" però anche "armosfera" non è male... la dice lunga, come lapsus calami...