24 febbraio 2010

Tra il serio e il faceto...

Vi avevo promesso che avrei mostrato la me versione Avatar ed eccomi qua. Devo dire che i lineamenti sono quelli, magari mi ha smagrito un pochetto. C'è tutta anche l'espressione radiosa e piena di felicità che mi contraddistinge al solito. Sono un paio di giorni che sto dietro a graficare. Con risultati che boh non lo so. Non sono la persona più adatta per giudicare quello che sto facendo. Mi sono messa in gioco e anche tanto, partecipando al tema settimanale del forum cimentandomi in qualcosa che non avevo mai fatto. Ma penso di aver capito uno dei principi che ne stanno alla base. Devo solo decidere quale presentare delle due che amo. Cose serie anche si diceva. Seguo il blog di uno sceneggiatore di fumetti, una persona che come tutti ha i suoi demoni. Ogni tanto li fa uscire fuori e li riversa sul suo blog. Però ogni volta che lo fa nega la possibilità agli utenti di lasciare anche solo due righe di solidarietà o di commento qualsiasi. Comprendo che è il suo modo di difendersi dal chiacchiericcio querulo di chi si sente in dovere di dire qualcosa a una persona, lo capisco fin troppo bene. Sapete però mi sento impotente. Mi piacerebbe potergli dire qualcosa anche solo un abbraccio virtuale, per quanto possa essere sufficiente. E' una persona che non conosco eppure...Ho finalmente trovato il coraggio di chiedere alla mia dottoressa se esistono forme di supporto psicologico fornite dalla sanità italiana. Mi ha promesso che cercherà qualcosa. E' meglio di niente. Sono due anni che viaggio sull'orlo dell'esaurimento nervoso, sono sempre in bilico, cercando di non cadere. Sento però che ho bisogno di aiuto. Perchè non posso ridurmi in lacrime quando qualcuno mi fa un complimento e solo per la sensazione di non meritarmelo per niente. La dottoressa mi ha detto che la depressione si combatte anche non pensandoci. Andando a vedere un film, vedendo mostre, sentendo musica, facendo quello che ci piace per distogliere la mente.  In più mi vado a impelagare in discussioni telematiche con gente che pensa di sapere e di aver capito tutto di me e della vita. Beati loro se ci sono riusciti visto che per me è un gran casino. Però come dire ho la sensazione che abbiano voluto vedere quello che si aspettavano, non quello che c'era realmente. E stavolta non c'era nessun legame di nessun tipo. Ho semplicemente detto: "a mai più risentirci". Vorrei sentire una bella notizia. Tipo il ritorno di un certo quartetto americano. Quale? Questo.








Mention this to me
Mention something
Mention anything
Mention this to me
And watch the weather change...

1 commento:

Lindadicielo ha detto...

Ciao Krishel, non sono più venuta da te perché credevo di essere fuori luogo. Ma ripensandoci, anche se fosse cos', non mi importa; mi fa piacere salutarti e lasciarti due parole, anche solo d'affetto. L'immagine ripresa da Avatar è splendida.
Solo questo.