17 febbraio 2011

Mau.



Non avendo foto recenti di Birillo, celebro la Festa nationale dei mici con un bel video di Maru. E' un bel gattone giapponese ripreso dal suo amico o dalla sua amica. E' un gatto abbastanza famoso, conta un sacco di visite. E per la stazza che ha è di una vivacità unica. 
Il 17 febbraio è il giorno della Festa nazionale del gatto. Iniziativa nata dalla fervida mente della giornalista e gattofila Claudia Angeletti che nel 1990, attraverso le pagine della rivista "Tuttogatto", promosse un referendum tra i lettori per scegliere il giorno dell'anno più adatto a festeggiare questo nostro straordinario amico. 

E' stato scelto il mese di febbraio perché è nel segno dell'Acquario, segno zodiacale degli spiriti liberi, intuitivi ed anticonformisti come solo i gatti sanno essere. Il giorno 17, numero scaramantico perché si può leggere 1 e 7, una vita per sette volte e il gatto, per tradizione popolare, ha sette vite. 
Si è voluto così ripristinare una tradizione molto antica. Ad esempio, in Egitto, si adorava la dea Bastet, divinità dal corpo umano e dalla testa di gatta, associata alla gioia, alla musica, alla sensualità e alla danza. Una volta all'anno numerosissime persone si riunivano presso il delta del Nilo per festeggiarla. Tra i Celti, ai piedi dei Menhir, si svolgevano cerimonie sacre, alle quali partecipavano i gatti come tramite tra cielo e terra. Inoltre nei culti pre-colombiani, in onore del mese PAX, associato al Felino sacro, si tenevano spettacolari feste. Ma anche ai nostri giorni ci sono paesi che ricordano il nostro amico a quattro zampe. Ad esempio in India, ogni sei mesi si festeggia, come simbolo dell'amore e della maternità, la dea Sashti che cavalca un gatto bianco. Nel tempio di Nikko, in Giappone, il celebre Gatto Dormiente riceve tuttora offerte da turisti e fedeli. (Info da Gatto Web) Ci sono varie iniziative. Per esempio nella colonia felina di Pallosu, in Sardegna, si festeggia in questo modo, mentre a Cento ci sarà l'Aperimicio, organizzato dall'E.N.P.A. locale; ma se avete un peloso in casa non c'è modo migliore di celebrare la festività se non facendogli molte coccole e giocando con lui. Mi chiederete: e Birillo? Al momento in cui vi scrivo sta dormendo dentro l'armadio in un angolino che si è ritagliato, tutto comodamente acciambellato. In fatto di comodità loro la sanno lunga. Buona festa a tutti i gatti e a tutti i devoti del Dio Gatto.

10 commenti:

LauraGDS ha detto...

il post loleggerò più tardi in tranquillità: la mimi ha gradito il filmato

krishel ha detto...

Sono contenta che abbia gradito.

LauraGDS ha detto...

Quella gradisce qualsiasi cosa "a gatto"

nicio957 ha detto...

Ciao Krish... grazie della dritta. Maru è immediatamente diventato una star a casa mia.. è fantastico, specie quando entra nelle scatole dove resta incastrato!! A presto, F.

krishel ha detto...

Maru è Maru. Punto. Le scatole sono la sua passione, un po' com'è per tutti i gatti. Anche Birillo fa dei numeri quando portiamo a casa delle scatole...
Prego!

krishel ha detto...

Maru è Maru. Punto. Le scatole sono la sua passione, un po' com'è per tutti i gatti. Anche Birillo fa dei numeri quando portiamo a casa delle scatole...
Prego!

LauraGDS ha detto...

appoggio nicio: quello delel scatoele è forse uno dei più belli.

Riyueren ha detto...

Anche se come tu ben sai appartengo ad un cane e non a un gatto , ho apprezzato il filmato...bello questo post.
Un abbraccio.

Riyueren ha detto...

Anche se come tu ben sai appartengo ad un cane e non a un gatto , ho apprezzato il filmato...bello questo post.
Un abbraccio.

Alianora ha detto...

Amo i gatti. Il mio si chiama Topo ed è del modello "dove lo metti sta".