19 agosto 2011

Il volo

"Un battito d'ali
in questo cielo oscuro
rischiarato da un sottile
raggio di sole.
Un soffio leggero,
la voce lontana,
l'arcano perduto,
trasportati dal vento.
Il respiro del mondo,
l'urlo impetuoso,
il segreto cantastorie
di eventi fatti polvere.
Tutto questo io osservo
librandomi in alto,
un saluto alle nuvole,
mie antiche sorelle,
continuo il mio viaggio.
Un battito d'ali,
un viaggio,
uno sguardo
verso l'infinito.
L'intuito sarà la mia guida
e traccerà il percorso,
per ritornare a casa." K 18/8/11

Scritta ieri sera sentendo il brano di cui vi parlavo prima. Mi ha dato una sensazione strana ritornare alla poesia dopo una vita e mezza che non ne scrivevo. E non sono sicura di quello che volevo dire, dell'immagine che volevo trasmettere. Sono solo parole, alla fine. O forse no.

16 agosto 2011

Old friends...




Ci sono pezzi che scopri per caso. Sono dei gioiellini nascosti di cui nemmeno sapevi l'esistenza e poi, ad un tratto, qualcosa o qualcuno te li mostra. Magari non sono brani dal piglio originale, magari non sono composti da artisti famosissimi, ma quando ti ci imbatti c'è qualcosa che attira la tua attenzione. Qualcosa in quel brano ti parla, arriva direttamente alla tua anima anche se non sai cosa sia. E' come incontrare un vecchio compagno di scuola. E' cambiato parecchio in questi anni e tu non sei sicuro di chi sia, nè di ricordati davvero se è lui. Ho scoperto Darkening Sky di Peter Bradley Adams come colonna sonora di un episodio di The mentalist e mi ha stregato alla prima nota. Mi sono lasciata cullare, anche se ha testo tristissimo, dal tocco e dalla voce suadente del brano. E' come un'eco da un passato lontano. Un passato che a stento riesco a ricordare...

10 agosto 2011

Principessa di un mare lontano



"C'era una volta, in un paese lontano, una principessa...

Il suo regno era grande come il mare...

La narrazione termina qui perchè questa è una fiaba che può continuare dentro ognuno di noi...

anzi fa già parte del nostro mondo delle fantasie e dei sentimenti.
Lasciandoci trasportare dalle suggestioni musicali di questo brano, come dai flutti del mare, giungeremo lontano...
saremo spettatori e protagonisti della nostra storia." Romeo Lebole 1964/2010


Ho sempre creduto che in qualche modo gli esseri umani lasciano un segno. Un segno che possa essere percepito dagli altri. La storia che c'è dietro questo pezzo è una storia di percezioni, di calore umano, di vita perduta ma anche ritrovata. E' un segno che deve essere fatto passare di mano in mano, di orecchio in orecchio.  Per questo quando Riyu mi ha chiesto di fare questo post non ho potuto fare a meno di dire di si. Proprio perchè ci sono cose che vanno trasmesse, nonostante tutto. Chiudete gli occhi, lasciatevi trasportare dalla musica. E se avete apprezzato, se quello che ha portato nell'ascolto è buono tanto quanto lo è stato per me, fate passaparola. Ricevi e trasmetti. You know that's it...

4 agosto 2011

The mentalist

MENTALIST /'men-tə-list/, sostantivo: persona che ricorre all'acutezza mentale, ipnosi e/o suggestione. Colui che padroneggia la manipolazione del pensiero e del comportamento.

In attesa che ritorni la mia compagna di merende, nonchè la tipa con cui sto facendo il rewatch di Fringe, sto cercando alternative per distrarmi. Mi sono imbattuta in una serie che grida vendetta per quanto è orrida, sto decidendo se parlarvene e sfogare tutta la mia rabbia in proposito oppure lasciare perdere, e sto iniziando da capo The mentalist. In originale e con i sottotitoli. Perchè direte voi mi dedico a questa serie? Perchè fondamentalmente parla della mente umana e di come funziona, perchè il protagonista è una persona estremamente intelligente - forse un tantino arrogante ma solo di facciata  - con un certo scheletro nel passato. Patrick Jane è consulente al California Bureau of Investigation (CBI), dove aiuta la squadra investigativa coordinata da Teresa Lisbon e formata da Kimball Cho, Wayne Rigsby e Grace Van Pelt usando il suo particolare talento di mentalista. La sua dote gli permette di notare ogni piccolo dettaglio, ogni sfuggevole particolare all'apparenza inutile, che per Patrick diventa un prezioso tassello del puzzle che lo porterà a risolvere caso dopo caso. Il suo talento, però, non gli ha sempre portato solo successi. Ha un passato segnato da una tragedia, causata dalla spavalderia nello sfruttare la sua dote fingendosi sensitivo, che ha provocato le ire di John il Rosso, assassino seriale che ha sterminato la sua famiglia provocandogli un crollo psicologico. Proprio a causa sua si noterà il lato oscuro di Patrick, persona apparentemente solare e serena, ma nel profondo turbata e desiderosa di vendicare la sua famiglia. E quello che vi ho raccontato qui non rende giustizia al telefilm. Va in onda su Italia 1 alle 20 circa ogni giorno. Se siete curiosi dategli un'occhiata, non ve ne pentirete.