8 marzo 2013

Keep on walking...




Si ringrazia Tom Edwards per la splendida immagine.
Continua a camminare, il tuo percorso è ancora lungo.La viaggiatrice silente si guarda indietro e sorride, vedendo quanto lontano è da quella che una volta credeva casa. Ora non sa nemmeno se esiste, si è persa ma continua a camminare, come se niente fosse cambiato. E' davvero così? Avanza silenziosa per le strade della città. Le luci le riverberano dentro ad un ritmo cadenzato, come una segreta sinfonia che la città canta solo per lei. Le insegne dei locali sembrano ravvivarsi sorriderle al suo passaggio. La notte e il vento le raccontano i mille segreti di quella città, voci inespresse di una vita a cui nessuno presta attenzione.
Ogni suo passo è un'antica danza d'anima dolente e allegra allo stesso tempo. Dentro di sè sente il fuoco della passione e il dolore della nostalgia per eventi non ancora vissuti. Il tempo non è mai stato importante per lei. Scende nelle viscere di quella creatura misteriosa, un luogo in cui sembrano riunite altre anime viandanti. Il ritmo è così suadente e invitante che non può fare a meno di muoversi. Sorride, inconsapevole, esiste solo lei e quella sinfonia che riprende a suonare. Le altre anime puntano lo sguardo sulla viaggiatrice ma lei non sembra curarsene. Ha una strada tutta sua da percorrere e così com'è arrivata, lei se ne va e continua a inseguire le voci e le luci di una strada senza nome in un'eterna città.
Keep on walking...

3 commenti:

Silvietta ha detto...

A scanso di equivoci dico subito che il disegno è veramente in linea con la musica che evoca qualcosa di antico ed intangibile come un viaggio infinito.

Riyueren ha detto...

Krish...l'hai scritto tu? è un'autentica meraviglia...dev'essere qualcosa nell'aria...perché è quello che sento anch'io.

Krishel Mir ha detto...

Ehm si, l'ho scritto io.