9 ottobre 2013

Nel segno della pecora


Nel segno della pecora (羊をめぐる冒険 Hitsuji wo meguru bōken) è un romanzo dello scrittore giapponese Haruki Murakami. La prima edizione originale è stata pubblicata nel 1982. In Italia il testo venne pubblicato nel 1992 da Longanesi & C. con il titolo Sotto il segno della pecora e nel 2010 da Giulio Einaudi Editore con la traduzione di Antonietta Pastore e il titolo Nel segno della pecora. Le vicede di questo libro iniziano quando uno strano tipo entra in un agenzia pubblicitaria dove lavora il nostro protagonista. E' lui a raccontare in prima persona le vicende e l'autore non ci rivela mai il nome. Ho scoperto tramite ricerche su internet che questo personaggio è lo stesso di Dance Dance Dance, che ho recensito tempo fa, e che quest'ultimo è il seguito di Nel segno della pecora. Ecco perchè all'inizio del libro ho come avuto l'impressione di averlo già letto. Poi però la storia si differenzia. Il protagonista riceve la visita di quest'uomo con una roposta d'affari molto curiosa: deve ritrovare il luogo dove è stata scattata una foto che il nostro protagonista ha usato per la sua rivista. Ad uno primo sguardo disattento si tratta di una foto di un gregge di pecore come possono essercene tante, in realtà non è così. Tra gli animali presenti nel gregge ce n'è una che è particolare: ha il manto bianco e sul dorso ha una stella. La richiesta viene fatta da un uomo chiamato "il Maestro". Si tratta di un membro di spicco della politica della città dove vive il nostro protagonista ed ha talmente tanto le mani in pasta ovunque che non esita minacciare il nostro protagonista di rendergli la vita difficile a livello lavorativo se non adempie al suo compito. In realtà quella foto non è sua gli è stata recapitata da un vecchio amico dei tempi del liceo chiamato il Sorcio. Parte così la ricerca verso il luogo della foto, un viaggio che è allo stesso tempo reale e metaforico, un viaggio fatto di alcune rivelazioni e scoperte come solo i veri viaggi possono essere. In qusto libro ritroviamo in pieno lo stile onirico e surreale di Murakami raccontato attraverso gli occhi del protagonista e attraverso diversi personaggi curiosi. Se vi piace questo autore, lo amerete senz'altro.

Nessun commento: